Abusivismo in Costa d’Amalfi: Carabinieri sequestrano due piscine. Raffica di denunce

Continuano i controlli per contrastare il fenomeno dell’abusivismo in Costiera Amalfitana.

Nelle ultime settimane i Carabinieri della Compagni di Amalfi hanno eseguito numerosi sopralluoghi, supportati dagli uffici tecnici comunali competenti per territorio, individuando numerose opere che erano prive dei previsti permessi ed autorizzazioni richieste in materia edilizia.

Sono 11 le persone denunciate, a vario titolo, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno.

Filoscio Napoletano: la Mitica Ricetta della Frittata con Mozzarella Filante

Conoscete il filoscio napoletano? Si tratta in effetti di un piatto via di mezzo tra frittata e omelette, che discende da una preparazione introdotta dai...

Tra gli accertamenti effettuati spiccano ben tre piscine prive di permessi, tra Amalfi e Conca dei Marini, che necessitavano di ulteriori autorizzazione per essere ivi installate presso le proprietà dove sono state “scovate”, tutte case vacanze pronte per la stagione: le opere sono così state sequestrate, fornendo la documentazione necessaria al pubblico ministero per valutare la condotta dei soggetti interessati.

Anche una nota struttura ricettiva nel pieno centro di Amalfi è risultata essere priva di alcune autorizzazione per l’effettuazioni di lavori di rifacimento dei locali e miglioria, nonché della realizzazione di alcuni strutture non previste nel progetto originario. In questo caso sono ben 5 le persone deferite in stato di libertà.

L’Arma assicura che i controlli continueranno anche nel periodo estivo, per cercare di infrenare l’annoso problema che colpisce da anni la Divina.