A Pompei la “Festa della Sibilla”, la gara d’enigmistica più famosa d’Italia

Ritratto di Saffo nella Collezione Pompeiana - Foto by karivaar

Arriva per la prima volta nella nostra Regione, precisamente a Pompei, la Festa della Sibilla, una delle manifestazioni di enigmistica e giochi di parole più importanti di tutta l’Italia.

La Festa della Sibilla è organizzata ogni anno dalla più longeva rivista di enigmistica italiana “La Sibilla”, fondata a Napoli.

L’evento, giunto alla sua 26esima edizione, avrà luogo a Pompei a partira dalla giornata di oggi e fino al 2 giugno. Durante la tre giorni sono in programma gare estemporanee di soluzione e di composizione, oltre a quelle bandite per il convegno come il Premio Tullia che sarà assegnato al miglior anagramma della frase “Pompei, città sepolta da lapilli e cenere”.

Giffoni Film Festival: il 20 luglio è il turno di Elodie

Dopo il successo della hit “Pensare male” con i The Kolors e del suo nuovo brano “Margarita feat. Marracash” che si candida ad essere...

Durante l’evento si svolgeranno giochi molto impegnativi ed affascinanti: a differenza dell’enigmistica di largo consumo che compriamo in edicola, l’enigmistica classica si sviluppa sull’ambiguità e sui doppi significati della nostra lingua. I giochi prevedono dunque enigmi, crittografie, poetici ma anche rebus.

Il convegno comincerà giovedì pomeriggio con l’annuncio delle gare di creazione. Sabato mattina, invece, nella sala consiliare messa a disposizione dal Comune di Pompei ci saranno le premiazioni fra cui quella del Premio Nucci, il quale viene assegnato all’enigmista più giovane. Saranno presenti, inoltre, anche alcuni redattori della “Settimana Enigmistica”.