A Napoli il Presepe di Pasqua: l’opera è del maestro Aldo Vucai / Foto

Foto Facebook I Sedili di Napoli custodi della Nostra Storia

Il Presepe, si sa, è il simbolo per eccellenza della Cristianità durante il periodo di Natale. In tutto il mondo sono famosi i presepi ed i pastori di San Gregorio Armeno a Napoli ma forse non tutti sanno che, proprio a Napoli esiste anche il Presepe di Pasqua.

Il Presepe di Pasqua, nel quale sono rappresentati la Passione, la Crocifissione e la Resurrezione di Cristo, è meglio conosciuto a Napoli come “Calvario” ed è stato realizzato dal maestro presepiale Aldo Vucai.

Foto Facebook I Sedili di Napoli custodi della Nostra Storia

L’opera d’arte è in mostra nella bottega artigianale di Vucai a San Gregorio Armeno al civico n.14 e sta ottenendo grande successo tra il pubblico. Il “Cavario” è stato ricavato dal maestro da una radice di ulivo di 400 anni simbolo della pace e della cristianità e rappresenta le scene della vita di Gesù dalla fuga d’Egitto, alla resurrezione di Lazzaro, all’incontro al pozzo con la Sammaritana, all’ultima cena, a Caifa e il sinedrio ebraico, il giudizio di Erode con la flagellazione, la via Crucis con la Veronica, il suicidio di Giuda, il gioco dei dati, tra i legionari romani, per la conquista della tunica di Gesù, fino alla crocefissione che ebbe luogo, nel giorno di Pasqua, su una piccola altura a settentrione di Gerusalemme, denominata Calvario.

Foto Facebook I Sedili di Napoli custodi della Nostra Storia

Anna Ghinazzi: chi è, età, curiosità, vita privata e lavoro moglie di Pupo

Anna Ghinazzi è conosciuta dal grande pubblico per essere la moglie di Enzo Ghinazzi, in arte Pupo.Di certo è una donna molto discreta e riservata, visto...

Poi ancora ci sono le tre Marie, la Madonna vestita a lutto di nero, Maria Maddalena e Maria la cugina della Madonna. Infine Gesù risorto, vestito di bianco, che rappresentare la luce eterna del Signore. Nel presepe ci sono poi altri elementi simbolici come le quattro colonne, il buon pastore, il gallo, i chiodi e la corona di spine con il martello e la tenaglia.

Tutti i personaggi del “Calvario” sono stati realizzati dal maestro Aldo Vucai in terracotta, ovviamente in copia unica, secondo l’antica arte presepiale della scuola di San Gregorio Armeno.