A Cetara torna “Teatri in blu”, la rassegna teatrale di Erre Teatro

A Cetara torna “Teatri in Blu”, l’evento organizzato da Erre Teatro giunto quest’anno alla sua terza edizione.

La rassegna è una possibilità di incontro tra territori, persone e fantasie, tramite le arti della scena.Per il terzo anno consecutivo, l’ideazione e la direzione artistica di Vincenzo Albano è sostenuta dal Comune di Cetara, rappresentato da Angela Speranza, Assessore alla Cultura, Turismo e Comunicazione del borgo costiero che, con la disponibilità di partner tecnici, hanno permesso a “TEATRI IN BLU” di inserirsi nel più ampio calendario di eventi culturali estivi, diventandone, con le sue specificità artistiche, un piccolo “fiore all’occhiello”.

Grazie allo spirito collaborativo dell’armatore Pasquale della Monica e del suo equipaggio, il programma conferma la consueta esperienza teatrale in navigazione, a bordo della tonnara “Maria Antonietta”, ma si arricchisce di altrettanti appuntamenti sulla terraferma.

Fariba Tehrani: chi è, età, lavoro e vita privata mamma di Giulia Salemi

Fariba Tehrani nei mesi scorsi ha fatto molto parlare di lei per le varie partecipazioni a programmi televisivi.La madre di Giulia Salemi, infatti, è apparsa spesso...

“Sempre di più, anno dopo anno, provo ad attuare una piccola trasformazione degli spazi che animano la vita di questo borgo costiero. Una strada, una piazza, una spiaggia, il porto, per non parlare di quello “operaio” della tonnara, a partire dal loro quotidiano, sono ri-pensati come spazi extra-ordinari di una festa” – spiega Vincenzo Albano, direttore artistico Erre Teatro. “TEATRI IN BLU, per me, ha proprio i connotati di un evento festivo: oggi più che mai, in questi tempi bui, in controtendenza simbolici”.

Si parte il 30 giugno, con ben due appuntamenti: alle 17.30, a Largo Marina, l’artista pugliese Ippolito Chiarello proporrà il suo “Barbonaggio teatrale”, in una sorta di spettacolo “a pezzi”, per ciascuno dei quali è stabilito un prezzo sul listino, che sarà distribuito al pubblico di passaggio. Lo spettatore sceglierà il pezzo che vuole ascoltare, pagandolo, e l’artista si esibisce, cercando anche di spiegare il senso forte di questa esperienza.

A seguire, alle 21.30, in Piazzetta Torre (ingresso libero con uscita “a cappello”), Principio Attivo Teatro presenta al pubblico di tutte le età, il suo “Storia di un uomo e della sua ombra”, che in maniera semplice e diretta descrive i conflitti tra gli essere umani, tra il bianco e il nero, tra il buono e il cattivo, tra un uomo e la sua ombra. Lo spettacolo è un vero e proprio cartone animato, che utilizza il linguaggio del teatro fisico, delle clownerie e dei film muti. È vincitore del PREMIO EOLO AWARDS 2010 – migliore spettacolo teatro ragazzi e giovani dell’anno – del PREMIO AMICI DI EMANUELE LUZZATI – XXIX Festival nazionale teatro ragazzi (Padova 2010) ed è finalista al Premio Scenario Infanzia 2008.