Sal De Riso e i suoi panettoni: ieri, serata evento a Castellammare

In ogni piazza d’Italia è una festa. In ogni punto vendita è una corsa a provare i suoi panettoni e ad abbracciare il più noto (e bravo, aggiungiamo noi) maestro pasticciere del Belpaese. Perchè Sal De Riso, oltre alle mani d’oro, ha un cuore di egual valore. Se non addirittura superiore, come bontà, al suo estro e alla sua fantasia. Non fosse altro per la disponibilità, l’affabilità, la dolcezza che lo contraddistingue negli incontri con la gente. E una prova di affetto, stima e predilezione per le creazioni dolciarie dell’ambasciatore del bello e del buono della Costa d’Amalfi è arrivata ieri sera a Castellammare di Stabia dove Sal De Riso è stato ospite de “Il Caffè – Emozioni gustative”, un locale di gran classe in Corso Garibaldi che a definire semplicemente bar suonerebbe come una diminutio. Qui, accolto dalla giovane e intraprendente contitolare, Daniela Saraco, che con mamma Emanuela Elefante ha costruito la sua offerta tutta sulle “emozioni”, Sal De Riso ha parlato dei suoi panettoni, divenuti anno dopo anno un vero e proprio “must” del periodo natalizio, prima di dar via alla degustazione del Cilentano, del Tramonti in Concerto e del Girotondo di Frutta. Tre delle sue dodici creazioni in perfetto stile “glocal”. Già, perché le bontà pasticciere di Sal De Riso sono l’esempio del locale che diventa globale mantenendo però un’anima rigorosamente artigianale. La serata si è svolta tra un simpatico talk show con il coinvolgimento del pubblico e la degustazione di tranci di panettone. Immancabili i selfie ricordo come pure qualche domanda sul segreto del successo. La riposta è tutta nella bontà e nella semplicità.