Furore, rogo sul bus della Sita. Paura tra i passeggeri

Autobus della Sita in fiamme stamane a Furore nei pressi del comune. E’ accaduto intorno alle 6.30 sulla linea Agerola-Amalfi. Ad accorgersi dell’incendio è stato l’autista che dopo aver fermato la corsa ha fatto scendere tutti i passeggeri. Con l’estintore e l’ausilio di un idrante è stato domato il principio di incendio a bordo del mezzo pubblico. Le fiamme secondo una prima ricostruzione sarebbero partite dal vano batteria. Sul posto anche i vigili de fuoco del distaccamento di Maiori che hanno provveduto a svolgere una serie di rilievi prima di consentire la rimozione del pullman che figura tra quelli a cui il comune di Amalfi vieterà a breve il transito nel proprio territorio comunale.

LA CRONACA 5 ottobre 2015 – Paura alle prime luci dell’alba di ieri a Furore per un principio di incendio su uno dei bus del servizio pubblico che collegano i comuni della Costiera Amalfitana. L’episodio è accaduto intorno alle 6.30 a Furore e solo per fortuna si è risolto senza conseguenze per autista e viaggiatori. Come pure per lo stesso pullman che ha solo riportato qualche danno e nulla più. Infatti a evitare il peggio è stata proprio la prontezza dell’autista, intervenuto subito con l’estintore di bordo. L’autobus della Sita che ha rischiato di finire in fiamme stava procedendo in direzione Amalfi quando nei pressi del comune di Furore l’autista ha avuto la percezione che qualcosa non stava andando per il verso giusto. Erano le 6.30 quando l’autista del bus, proveniente da Agerola, si è accorto del principio di incendio che ha rischiato di avvolgere l’intero automezzo. E così, dopo aver fermato la corsa, l’autista ha provveduto a far scendere tutti i passeggeri mettendo ognuno in sicurezza, poi con l’ausilio dell’estintore in dotazione ha iniziato l’opera di spegnimento delle prime fiamme. All’autista è giunto in supporto dopo poco anche un cittadino di Furore che con un idrante ha completato l’opera di spegnimento dell’incendio che ha rischiato di svilupparsi a bordo del mezzo pubblico. Le fiamme secondo una prima ricostruzione sarebbero partite dal vano batteria in cui avrebbe preso fuoco qualche elemento e solo per miracolo le fiamme non si sono propagate con rapidità. Tutto ciò grazie anche alla bravura dell’autista che oltre a mettere in salvo i passeggeri ha evitato danni irreparabili al mezzo. Sul posto, poco dopo l’accaduto, sono giunti i vigili del fuoco del distaccamento di Maiori che hanno provveduto a svolgere una serie di rilievi prima di consentire la rimozione del pullman che figura tra quelli a cui il comune di Amalfi vieterà a breve il transito nel proprio territorio comunale. Insomma, uno di quei mezzi datati che continuano a fare su e giù tra i tornanti della Costiera e per i quali da più parti (sindaci, amministratori e utenti del servizio pubblico) chiedono da anni la sostituzione anche e soprattutto per questioni legate all’inquinamento ambientale oltre che di decoro per una terra a forte vocazione turistica.