Ravello: a Villa Rufolo incontro/confronto con le guide turistiche

Il monumento simbolo di Ravello  guarda avanti, alla stagione turistica che sarà e ai tanti visitatori che nei prossimi mesi arriveranno nella Città della Musica. Proprio per prepararsi al meglio che giovedì 16 febbraio dalle ore 10 alle ore 13, presso l’Auditorium del complesso monumentale di Villa Rufolo, si terrà un incontro formativo per guide e accompagnatori turistici dedicato interamente alle ultime evoluzioni di Villa Rufolo e al futuro del monumento simbolo di Ravello.

Hanno garantito la propria presenza decine di guide ed accompagnatori, forse anche grazie al gran numero di nuovi professionisti licenziati dalla Regione Campania con il recente concorso per l’ottenimento dell’ambito “patentino” di guida turistica.

Ovviamente soddisfatto per la grande partecipazione ottenuta il direttore del complesso monumentale Secondo Amalfitano: “L’interesse dimostrato ci conforta non poco – sottolinea il direttore di Villa Rufolo  è la prova che abbiamo di fronte professionisti seri, desiderosi di dare il meglio in un settore che ha margini giganteschi di miglioramento”.

A Salerno tornano gli appuntamenti con “Calici d’autore”. Si inizia il 7 novembre

Non solo vino, ma anche musica d’autore. Questa volta, il centro storico di Salerno ospita una rassegna dedicata agli artisti emergenti, aprendo le porte...

Non si tratta della prima edizione di questo tipo, anzi già negli anni passati manifestazioni del genere hanno riscosso grande successo. La grande novità e l’ambizione è quella di realizzare un incontro-confronto sull’ipotesi organizzativa della visita del monumento in funzione dei nuovi spazi visitabili e dell’apertura del museo che andrà ad arricchire in maniera significativa l’offerta culturale della città.

“In passato gli incontri – conferma il direttore Secondo Amalfitano – sono stati molto utili non solo per l’aggiornamento professionale dei partecipanti, ma anche e soprattutto per l’interessante confronto che si è sviluppato sulla progettualità futura che avrebbe interessato la gestione del monumento. L’apertura della Torre di sicuro stravolgerà le modalità abituali di visita della Villa; anche se abbiamo ipotizzato un periodo di sperimentazione e validazione per realizzare un modello definitivo che sia efficace e soddisfacente, riteniamo che dal confronto con questi professionisti del settore verranno fuori idee e proposte che contribuiranno a migliorare il risultato e a rendere ancora più straordinaria la visita di Villa Rufolo”.