Vietata la raccolta delle offerte durante le funzioni religiose

L’arcivescovo di Salerno, Luigi Moretti, in una nota diffusa nei giorni scorsi ha invitato tutti i presbiteri della diocesi di Salerno-Campagna-Acerno al rispetto delle norme fissate dalla Conferenza espiscopale campana già a febbraio del 2013 che vietano la raccolta delle offerte.

Come riportato dal quotidiano “La Città” di Salerno, pare siano arrivate diverse segnalazioni di protesta alla Curia che mostrerebbero il mancato rispetto della norma che vieta la raccolta di offerte dei fedeli.
Moretti ha voluto chiarire la situazione:«Con rammarico devo riconoscere che ricevo numerose segnalazioni, corredate anche da fotografie, circa difformità o incongruenze che si verificano soprattutto durante le processioni rispetto a quanto prescritto. Pur consapevole che la questione è delicata vi esorto vivamente a rispettare in modo particolare le disposizioni diocesane circa la raccolta delle offerte con cuscino o borse durante il tragitto delle processioni. È del tutto proibito!».
L’invito dell’arcivescovo è rivolto anche ai comitati festa che andrebbero informati della norma:«il richiamo fermo e paterno e l’invito a rispettare in futuro le prescrizioni qualora persista il non ossequio di quanto prescritto, sarò costretto a prendere provvedimenti».

L’arcivescovo Moretti è intervenuto in maniera perentoria rispetto ad un divieto sconosciuto ai più. La norma è chiara e non lascia spazio alle interpretazioni anche perchè la non accoglienza di tale norma, produce una grande confusione tra i fedeli provenienti da altre comunità parrocchiali e genera dissapori all’interno del presbiterio

San Vito Positano travolto dalla Battipagliese. Finisce 4-0 per i bianconeri

Brutta sconfitta esterna per il San Vito Positano che rimedia un cocente poker dalla Battipagliese che conquista la seconda consecutiva, la prima stagionale tra...