Capri e Costa d’Amalfi è boom del turismo. Flussi in aumento anche a Napoli

Sono dati ufficiali di Federalberghi Napoli, quelli che confermano come il flusso di turisti nel capoluogo partenopeo sia in costante e progressivo aumento, con una tendenza che si può classificare come un vero e proprio “boom”, ma con delle caratteristiche decisamente particolari.

I turisti che infatti giungono a Napoli, la scelgono sempre più spesso come meta di visite brevi, nel classico stile “mordi e fuggi”, con una durata media di permanenza di uno o massimo due giorni; la città rappresenta infatti un ponte per le località di mare del golfo, Capri e Ischia, e verso la Costiera Amalfitana.

Napoli quindi come trampolino verso le ambite località balneari della Campania, che stanno registrando presenze record in questa magica estate 2016, con affluenze che non si verificavano da anni e soprattutto con una qualità di turismo decisamente elevata, fatta eccezione per alcuni rari casi, che sta facendo sorridere le varie attività delle località costiere.

Atrani, domenica la celebrazione del Patrocinio di Santa Maria Maddalena

Atrani si prepara da oggi a festeggiare la sua Santa Protettrice. Come è usanza da anni, la penultima domenica del mese di ottobre è...

Per quanto riguarda il capoluogo campano, non mancano progetti per il futuro: in primis l’ obiettivo è quello di “destagionalizzare” il turismo cittadino, ovvero rendere più produttivi i mesi deboli tra novembre e febbraio, cercando anche di accontentare gli albergatori, i quali lamentano la mancanza di servizi, con un decremento notevole dei mezzi pubblici, e di sicurezza durante il periodo estivo.

La chiusura della Funicolare centrale peggiorerà ulteriormente il quadro generale creando sicuramente problemi per i tanti turisti che stanno arrivando in questi giorni e naturalmente anche per i cittadini che affrontano gli spostamenti quotidiani.