A Tramonti «Festa del Vino»: l’11 e il 12 agosto a Gete fra tammorre e tipicità

Si è affermata come una delle manifestazioni più attese ed amate non solo a Tramonti ma in tutta la Costiera Amalfitana e torna puntuale anche quest’anno l’11 ed il 12 agosto, come sempre a Gete la “Festa del vino”.

Un evento che esalta il Tintore, una varietà di uve che si trova solo in queste terre. Il vento di tramontana che soffia sui terrazzamenti che si affacciano sulla Costiera Amalfitana, l’influenza del mare, unita all’altezza della montagna, ha dato vita a queste viti inimitabili.

Tramonti continua a mantenere in vita antiche usanze e antichi mestieri come la lavorazione dei formaggi e delle ceste di vimini, oltre alla coltivazione dei suoi vitigni ultracentenari che si dipanano con fitte trame su pergolati retti da impalcature fatte con pali di castagno.

Aumenta il traffico crocieristico: possibili nuove rotte verso Amalfi e Sorrento

Per il 2018 si attende una ripresa del traffico crocieristico in tutta l’Italia. Se molte grandi città del Bel Paese come ad esempio Napoli...

Un’autentica rarità nel panorama viticolo internazionale, ma anche l’eredità della metodologia che si utilizzava migliaia di anni fa con gli etruschi che popolavano questa zona.

Degli antichi vitigni, che hanno fatto la storia e la fortuna dei vini della sottozona Doc di Tramonti, molti risultano essere ancora produttivi e per giunta su piede franco. Si tratta di uve strettamente legate al territorio e in qualche caso esclusive dell’entroterra amalfitano come il Tintore.

A fare da cornice l’incanto dei luoghi con la Cappella Rupestre di Gete, che per due giorni ospiterà l’eccellenza enogastronomica del territorio, con i migliori nettari della zona e le bontà della tradizione contadina. L’atmosfera unica e travolgente della manifestazione sarà garantita dal suono delle tammorre che accompagneranno l’esperianza dei sensi alla Festa del Vino di Tramonti.