Tramonti, notte di paura. Fiamme alimentate dal vento minacciano 2 frazioni / Foto

Fa paura davvero l’incendio che da ieri tiene sotto scacco Tramonti, paese montano dela Costiera Amalfitana. L’incendio scollinato da monte Sant’Angelo e più esattamente dal versante di Cava dei Tirreni sta avanzando inesorabilmente verso due frazioni. Quella di Ponte e di Gete dove peraltro si sta svolgendo la Festa del Vino.

A Tramonti, dunque, è stato di allerta per effetto di un rogo che non da tregua e che ora mette in ansia soccorritori e abitanti delle due zone de paese. Il forte vento che sta spirando nella vallata sta alimentando le fiamme che si stanno propagando verso la parte bassa.

Positano, a breve la nuova distribuzione delle targhe della numerazione civica

Lunedì 6 novembre avrà inizio su tutto i territorio di Positano la distribuzione delle nuove targhe della numerazione civica a cura della ditta “Colori...

Da Tramonti è stato chiesto aiuto alle associazioni di volontariato locali che operano nel settore della protezione civile e giá in serata è partita una squadra dalla Millenium di Amalfi che con un Defender si è unita ai volontari di Maiori.

Le squadre di soccorritori, coordinate dal responsabile del servizio associato Nicola Mammato e dall’assessore Vincenzo Savino, anche loro sul posto insieme con i volontari, sono salite verso il poligono di tiro da cui hanno poi raggiunto la zona del rogo che si sta estendendo verso Gete e che rischia di ingoiare anche i terrazzamenti coltivati a Tintore, il vitigno autoctono ultracentenario.

In zona sono all’opera anche una decina di cacciatori tra i quali il presidente del consorzio del limone Igp, Angelo Amato, che stanno tentando di arginare l’avanzata delle fiamme creando una serie di linee tagliafuoco.

«Insieme con il sindaco abbiamo trascorso un’intera giornata al telefono per avere rinforzi aerei – dice l’assessore Vincenzo Savino – E’ inaudito che l’incendio partito dall’altro versante sia stato lasciato libero di scolllinare verso Tramonti».

I soccorritori al momento si sono posizionati a ridosso delle coltivazioni per evitare l’avanzata del fuoco. Lungo il percorso intrapreso dalle fiamme sembrerebbe esserci anche una stalla.

In zona stando a quanto si apprende sono attesi anche altri volontari provenienti dalla Papa Charlie di Pagani che sono stati preallertati on caso di necessità