Tramonti: Rivera, Taibi, Marino, Capuano e Breda tra gli ospiti del Memorial Amato-Signorini

E’ ormai tutto pronto per la terza edizione del Memorial Franco Amato e Gianluca Signorini. Saranno due giorni di sport, divertimento e solidarietà con l’obiettivo di raccogliere fondi per la contro il cancro e la sclerosi laterale amiotrofica.

Sono attesi tantissimi ospiti del mondo del calcio e dello sport in generale. Hanno assicurato la loro presenza la bandiera del Milan degli anni 70 Gianni Rivera, l’ex portiere Massimo Taibi, l’allenatore della Virtus Entella nonchè ex calciatore tra le altre della Salernitana Roberto Breda,  Gigi Pavarese, Pierpaolo Marino, Cosimo Sibilia – Vice Presidente Vicario Federazione Italiana Giuoco Calcio, Eziolino Capuano, Fabrizio Paese, il Mister che ha allenato Buffon ai tempi di Parma, il Prof. Antonio Giordano – oncologo di fama mondiale e tanti altri.

Saranno presenti inoltre il calciatore Andrea Signorini, figlio del compianto Gianluca e Alessandra Borgonovo in rappresentanza della Fondazione Stefano Borgonovo Onlus.

Il fitto programma di iniziative legate al 3° Memorial Franco Amato e Gianluca Signorini, avrà inizio oggi 16 giugno con il Convegno “Sport, diritto e innovazione”, che si terrà nella splendida cornice del Chiostro del Convento di San Francesco: a Mario Amodio, giornalista de Il Mattino, sarà affidata l’introduzione della kermesse coordinata dal giornalista Rai Enrico Varriale.

Saranno presenti, inoltre, alcuni protagonisti della finale del Torneo Intercostiero svoltasi a Ponteprimario di Maiori il 1967, dove si affrontarono le squadre di Tramonti e Maiori, che tra le proprie fila annoverava anche calciatori del Napoli del calibro di Gianni Improta, Pietro Costantino, Massimo Sarnacchiaro, Mattia Apicella, Prisco D’Alessio e Francesco Amato. Nella compagine di Maiori figuravano invece, tra gli altri, Italo Tramontano, Raffaele D’Uva, Alfonso Torelli, Paolo Laiso, Vincenzo Camera.

Sabato 17 giugno a partire dalle ore 16 si terrà l’attesissimo quadrangolare tra la squadra dei Giornalisti Sportivi Salernitani, lo Sport Club ‘85 Tramonti, la compagine degli Avvocati e dei Magistrati e la Squadra del Capitano. La serata continuerà con la sfida, alle ore 20.15, tra le Rappresentative di calcio femminile del territorio.

Ad allietare la serata uno spettacolo di danza e di ginnastica artistica e l’intervento dell’attore comico di Made in Sud Alessandro Di Carlo. Per chiudere in bellezza la serata un percorso enogastronomico con musica dal vivo.

L’Associazione “Franco Amato: un uomo, un capitano”, organizza e promuove iniziative in memoria del compianto Franco Amato, scomparso prematuramente a causa di un tumore maligno. Franco, confidenzialmente per tutti “Il Capitano”, ha rappresentato durante la sua attività sportiva nel nostro territorio costiero, e soprattutto a Tramonti, l’esempio di calciatore da emulare per correttezza, lealtà sportiva e rispetto dell’avversario.

L’Associazione ha scelto di accostare il capitano ad un altro campione di virtù, Gianluca Signorini, calciatore, allenatore, dirigente sportivo, ma soprattutto un grande uomo, celebrato dai tifosi genoani come “Il Capitano”, anch’egli scomparso prematuramente a causa della sclerosi laterale amiotrofica: un esempio per tutti coloro che amano i valori più sani dello sport, una persona leale fuori e dentro il campo.

A spiegare gli obiettivi della manifestazione il presidente dell’associazione “Franco Amato: un uomo, un capitano”, Raffaele Imparato:«La nostra iniziativa si prefigge lo scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza per la ricerca sul cancro e la sclerosi laterale amiotrofica. Anche quest’anno i fondi saranno destinati all’Airc e per volontà della famiglia Signorini quelli destinati alla SLA saranno devoluti alla Fondazione “Stefano Borgonovo” Onlus. Stiamo lavorando da tempo per la buona riuscita di questa terza edizione e sono sicuro che sarà di nuovo un successo: vedo la passione e la dedizione e so che uniti possiamo fare grandi cose».

Parole di grande stima e affetto anche da parte dell’Assessore allo Sport del comune di Tramonti, Vincenzo Savino:«Il confronto tra i due capitani permette di evidenziare quel filo rosso che unisce chi come noi, in qualunque categoria, vede lo sport e il calcio come fonte di gioia e voglia di vivere. Facciamo goal con la solidarietà, uniamo le forze della Costa d’Amalfi per dimostrare la grandezza del nostro cuore quando si parla di regalare un sorriso ai meno fortunati. Il calcio è un gioco di squadra e solo insieme potremo vincere questa sfida».

 

LASCIA UN COMMENTO