Tramonti: il comune invita i cittadini ad utilizzare l’acqua per il solo uso domestico

L’emergenza idrica interessa ormai da diverse settimane molti comuni della Costiera Amalfitana. Per evitare che la situazione possa ulteriormente peggiorare, il sindaco di Tramonti, Antonio Giordano, ha invitato i propri cittadini ad utilizzare l’acqua potabile solo per uso civile e domestico.

L’invito del primo cittadino del polmone verde della Costa d’Amalfi, arriva dopo la segnalazione dell’Ausino, gestore del servizio idrico integrato, dell’imminente avvio del periodo di emergenza idrica.

Il sindaco Antonio Giordano chiede un impegno importante ai residenti per tutelare le risorse, anche in vista di ciò che sarà tra qualche settimana: «Esorto i cittadini ad avere un atteggiamento nel quotidiano di maggiore responsabilità nell’interesse pubblico e privato, affinchè il patrimonio idrico, bene di tutta la cittadinanza, non vada disperso e sprecato inutilmente e ad adottare piccoli ma utili accorgimenti finalizzati al risparmio dell’acqua».

Universiadi Campania, fondi per le chiese. I progetti ammessi in provincia di Salerno

Tra i finanziamenti per le universiadi in Campania ci sono anche una serie di luoghi di culto destinati a ricevere fondi per la promozione...

Nel suo invito il primo cittadino di Tramonti suggerisci alcuni comportamenti da tenere per salvaguardare le risorse idriche del paese: «Riparare perdite, anche minime, da rubinetti, sciacquoni e altre apparecchiature di erogazione idrica. Non utilizzare l’acqua corrente per lavare verdure o stoviglie, ma solo per il risciacquo. Utilizzare l’acqua di lavaggio di frutta e verdura per innaffiare le piante. Preferire una doccia veloce ad un bagno in vasca, prediligendo la saponatura ed il successivo risciacquo evitando di lasciar scorrere inutilmente l’acqua nello scarico. Non far scorrere in modo continuo l’acqua durante il lavaggio dei denti o la rasatura della barba. Chiudere il rubinetto quando non si utilizza l’acqua. Utilizzare lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico».

Una serie di consigli da seguire per cercare di limitare il consumo dell’acqua, un bene comune necessario a tutta la cittadinanza e per questo che va tutelato da tutti i residenti e turisti.