Tragedia in mare ad Ischia: muoiono sub 40enne e una 15enne durante un’immersione

Ancora una tragedia in mare questo pomeriggio. Nello specchio di mare che divide le isole di Ischia e di Procida, all’altezza della “Secca delle Formiche”, due sub hanno perso la vita durante l’attività di diving.

Il corpo di un uomo di 42 anni è stato recuperato dal nucleo sub dei vigili del fuoco e dagli uomini del circomare di Ischia, comandato dal tenente di vascello Alessio De Angelis, con l’aiuto degli operatori di alcuni diving subacquei.

Secondo le prime informazioni l’uomo era su sub esperto. Ancora dispersa la persona che era con lui: si tratta di una ragazzina di circa quindici anni il cui corpo senza vita sarebbe stato individuato ma non ancora recuperato all’interno di una grotta a dodici metri di profondità.

Ravello: prorogato fino al 4 novembre il mapping “Villa Rufolo mille anni di magia”

Lo spettacolo delle proiezioni mappate dal titolo “Villa Rufolo mille anni di magia” sarà prorogato fino al 4 novembre. Lo rende noto la Fondazione...

Il tragico evento sarebbe legato alle condizioni meteomarine che stanno interessando le isole del napoletano già da alcuni giorni. Non si esclude infatti che i due potrebbero essere rimasti coinvolti dalle forti correnti.

“Dopo mareggiate del genere –spiegano gli esperti – l’acqua tende a intorpidirsi, dando meno punti di riferimento ai sub, soprattutto a quelli meno esperti”.

Si tratta della seconda tragedia in mare ad Ischia in pochi giorni: venerdì infatti, nelle acque di Citara, aveva perso la vita la giovane Alessia Piatti, 18 anni, trascinata dalla corrente.

Uguale triste destino è toccato ad un padre di Nocera Inferiore che ha perso la vita per salvare sua figlia in difficoltà a Castellabate e a un giovane in vacanza nella penisola sorrentina.