Tentato furto a Minori: il terzo uomo sfugge alla cattura. Sospese ricerche

Sono state sospese poco fa le ricerche del terzo presunto malvivente accusato del tentato furto questa sera in un’abitazione di Minori. Lo cercavano nella scogliera i carabinieri della Compagnia di Amalfi, coordinati dal Capitano Roberto Martina, e i militari della capitaneria di porto di Salerno a bordo di una motovedetta giunta in supporto all’attività investigativa.

L’uomo, probabilmente anch’egli di origine slava come i due arrestati dai militari dell’Arma (i tre giunti da Napoli pare fossero in trasferta in Costiera per mettere a segno atti criminosi) secondo una prima ricostruzione si sarebbe sottratto alla cattura riuscendo a fuggire lungo la spiaggia di Minori e dopo essere sceso in mare ha guadagnato la scogliera al di sotto della statale amalfitana.

Da qui, però, non è più uscito. E a nulla è valsa la perlustrazione via mare della guardia Costiera e dei carabinieri dall’alto con l’aiuto delle fotoelettriche dei Vigili del Fuoco di Maiori. Non si esclude che quest’ultimo possa essersi nascosto tra gli scogli o nella peggiore delle ipotesi possa aver guadagnato la fuga attraverso la scogliera sbucando nei pressi del semaforo.

Ad Amalfi Capodanno in piazza con Arisa. È la star della prima notte del...

È Arisa la stella del Capodanno in piazza Duomo ad Amalfi. L'Antica Repubblica Marinara brinderà al nuovo anno accompagnata da una delle voci più...

Per ora dunque ricerche sospese, complice anche la temperatura artica che ha portato la colonnina di mercurio a 0 zero gradi lungo la costa. Se ne riparlerà magari domani. Intanto, sono due gli arrestati ai quali i carabinieri hanno contestato il tentato furto nell’abitazione di Minori. I presunti responsabili si trovano ora presso gli uffici della compagnia di Amalfi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Non è la prima volta che Minori viene presa di mira da malviventi. Ne novembre scorso i militari dell’Arma durante un servizio finalizzato al contrasto dei reati predatori, fermarono nella cittadina della Costiera un’auto sospetta su cui viaggiavano due persone e sulla quale vennero rinvenuti alcuni attrezzi da scasso ed alcune borse piene di oggetti presumibilmente provento di furto.

In quel momento uno dei due, vistosi alle strette, tentò la fuga nelle via di Minori, ma i militari, grazie ai rinforzi sopraggiunti in pochi minuti riuscirono dopo un inseguimento a piedi a fermare l’uomo ed a condurre entrambi in caserma.