Tennis: l’Asd Costa d’Amalfi protagonista al Foro Italico in “Racchette di classe”

Si è conclusa pochi giorni fa al Foro Italico di Roma la manifestazione “Racchette di classe”. Una delle grandi protagoniste dell’iniziativa è stata l’Asd Costa d’Amalfi, sotto la guida dell’istruttore federale Igino Amatino, accompagnata dal tecnico della FIBa Mauro Santelia e dal Preparatore Fisico Emidio Di Renna i quali hanno proposto attività ludico ricreativa e di gioco sport con mini tennis e badminton con l’inserimento graduale di aspetti tecnico tattici e di confronto, per i giovani studenti degli istituti della Costa d’Amalfi.

Il progetto nasce con l’intento di avvicinare gli alunni di terza, quarta e quinta elementare al tennis e al badminton, con le scuole di tennis che possono “adottare” gli studenti di una scuola primaria.

Salerno: 327 milioni per il nuovo ospedale. Sorgerà sui suoli ex Finmatica

Passo in avanti per la progettazione del nuovo ospedale di Salerno. Firmato il protocollo d’intesa tra Regione, azienda ospedaliera Ruggi d'Aragona, Asl e Università...

Tre gli Istituti comprensivi costieri che sono stati “adottati” dal Progetto: il “Marino Frezza” di Ravello-Scala, l’Istituto Comprensivo di Maiori e Minori e il “Giovanni Pascoli” di Tramonti. La rappresentativa di studenti della Costa d’Amalfi è stata composta da Antonella Citarella, Mattia Viggiano, Francesco Acconciagioco, Giulia Ruocco, Amanda Imperato e Michele Ferrigno.

Importanti i numeri della terza edizione di “Racchette di classe” con ben 486 scuole “adottate” con 60000 bambini coinvolti, 120 ore curriculari e 400 extra curriculari e solo alla Fase Nazionale del 9-10 maggio al Foro Italico a Roma 486 scuole presenti, 1400 bambini, 650 insegnanti scolastici, tecnici di badminton e tennis.

Soddisfatti per la partecipazione ad una manifestazione di richiamo internazionali l’istruttore Amatino e il tecnico Santelia della scuola di tennis Asd Costa d’Amalfi:«L’obiettivo è quello di favorire nei bambini attraverso il gioco, la corretta percezione del proprio corpo; divertendosi, nel pieno della loro genuinità possono apprendere non solo le regole della disciplina, ma anche i valori del fair play, il rispetto e l’armonia della corretta socializzazione, ponendo particolare attenzione anche alla salute e benessere fisico».

Una bella iniziativa che ha dato l’opportunità a tanti giovanissimi della Costiera di avvicinarsi a due sport meravigliosi quali il tennis ed il badminton.