Tari: a Cava riduzioni per famiglie in difficoltà, ecco come richiederle

Come già avevamo anticipato in un nostro precedente articolo, a Cava de’ Tirreni, l’amministrazione comunale ha deciso di concedere riduzioni ed esoneri per il pagamento della Tari alle famiglie in difficoltà economica.

I cittadini cavesi che vorranno avere l’esonero parziale della Tari potranno fare domande entro le ore 12.00 del prossimo 29 Settembre 2017.

La riduzione della tassa sui rifiuti per questo 2017 sarà calcolata fino a un massimo di euro 100, per i cittadini aventi diritto ed in possesso dei seguenti requisiti:

  • nuclei familiari in possesso di ISEE fino a € 3.832,18, 
  • anziani ultra 65enni soli o con il coniuge in possesso di ISEE fino a € 8.298,29 ,
  • famiglie monoparentali (nucleo con un solo genitore e figli minorenni) in possesso di ISEE fino a € 8.298.29, 
  • nuclei familiari il cui capo famiglia sia stato licenziato nel corso dell’anno 2016/2017, per un periodo consecutivo non inferiore a sei mesi, in possesso di ISEE fino a € 8.298,29.

Calcio: due nuovi rinforzi per il Costa d’Amalfi. Presi Vitiello e Caraviello / Foto

Il Costa d'Amalfi ha ufficializzato tra ieri e oggi due nuovi innesti. Si tratta di Giuseppe Caraviello, difensore classe 1986 di Torre Annunziata, e...

Il modello preposto per fare richiesta dell’esonero Tari lo si può ritirare presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Cava de’ Tirreni, sito in via Tommaso Cuomo, oppure presso l’Ufficio Servizi Sociali, situatoin viale G.Marconi, 52.

Gli orari il ritiro dei moduli di domanda sono dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00, ed il martedì ed il giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Per chi invece non può recarsi fisicamente agli uffici e preferisce fare tutto online, è possibile scaricare la domanda sul sito web ufficiale del comune cavese che è www.cittadicava.it, cliccando sulla sezione “Albo” e poi su “Servizi Sociali”.

La domanda dovrà essere corredata dai seguenti allegati:

  • attestazione ISEE rilasciata nell’anno 2017 ai sensi del D.P.C.M. n. 159/2013.
  • fotocopia documento di identità in corso di validità;
  • per i nuclei familiari il cui capo famiglia sia stato licenziato nel corso dell’anno 2016/2017 per un periodo consecutivo non inferiore a sei mesi, è necessario allegare documentazione attestante tale condizione.