Targa Tenco al dialetto della Campania. Il miglior album è di James Senese

Ora è ufficiale. Le targhe Tenco assegnate in memoria del grande cantautore suicidatosi in un albergo di Sanremo durante l’edizione del 1967 del Festival della canzone italiana, saranno assegnate a grandi nomi del panorama musicale italiano. Si tratta di Niccolò Fabi, Motta, Peppe Voltarelli, Claudia Crabuzza, James Senese & Napoli Centrale, Francesco Di Giacomo e Paolo Sentinelli con Elio e le Storie Tese. Sono loro i vincitori delle Targhe Tenco 2016, il riconoscimento più autorevole della musica italiana, organizzato dal 1984 dal Club Tenco e assegnato da una giuria composta da oltre 230 giornalisti.

Le Targhe Tenco, ossia il riconoscimento più ambito della canzone d’autore italiana, sono attribuite non dal Club Tenco ma da una folta giuria di giornalisti e critici musicali. Le categorie sono cinque: disco assoluto, miglior canzone, disco in dialetto, opera prima, disco di interprete. Le selezioni sono iniziate ad agosto e saranno in giro per l’Italia, ogni serata sarà presentata da artisti del calibro Luca Barbarossa e Cristiano De Andrè. La Rassegna è organizzata dal Club Tenco con il contributo del Comune di Sanremo e di Siae e con il sostegno di Coop Liguria e Casinò di Sanremo.

L’evento si svolgerà nei giorni 20-21-22 ottobre al teatro Ariston di Sanremo dove si svolgerà la 40esima rassegna della canzone d’autore. I protagonisti saranno artisti e discografici che toccano tutti gli stili della canzone d’autore. Il tema principale della rassegna per l’edizione 2016 sarà l’emigrazione e l’integrazione. A questi temi di stretta attualità saranno infatti dedicati a quattro momenti della Rassegna, che vedranno in scena Bombino, la Nuova Compagnia di Canto Popolare, il duo Enzo Avitabile & Amal Murkus, e Giacomo Sferlazzo. Questi nomi si aggiungono a quelli già annunciati dei tre del premio tecnico, ovvero Stan Ridgway, Otello Profazio e Sergio Staino.