“SGUARDI PAGANI”, in mostra gli scatti d’esordio di giovani liceali

Da Venerdì 8 Settembre al Liceo B.MANGINO di Pagani saranno esposti i lavori degli allievi del “Laboratorio Studi e Sperimentazioni Linguaggi Visivi”. L’esposizione è il punto di arrivo del progetto SCUOLA VIVA:dopo 4 mesi di lezioni, sotto la guida dell’artista fotografa Adele Filomena, gli scatti d’esordio dei giovani liceali saranno protagonisti di una mostra che raccoglie una selezione degli scatti realizzati durante il corso.

“SGUARDI PAGANI / Messa a fuoco sul territorio” è quindi il risultato di un laboratorio di fotografia che promuove la libera espressione dei ragazzi: gli studenti sono stati invitati a scattare fotografie con il proprio smartphone.

Lo scatto da smartphone è già da tempo una realtà artistica: grandi reportage, racconti corali, viaggi sono stati documentati con quel piccolo dispositivo tascabile che ci consente di ritrarre il mondo in ogni situazione. La Mobile Photography sta modificando l’atto fotografico, il suo senso e significato,si è visto come, grazie ai nuovi smartphone e ai social network, sia cambiato il concetto e l’utilizzo della fotografia come strumento per raccontare emozioni, città, vita quotidiana.

Festival del Cinema di Salerno, premio alla carriera a Flavio Bucci

Sarà Flavio Bucci a ricevere il premio alla carriera del 71° Festival del Cinema Internazionale di Salerno (18 novembre alle ore 19,30) presso il...

“Fotografare persone o aspetti del territorio è fotografare sé stessi – ha dichiarato il Tutor del progetto l’artista Vincenzo Ruocco, pittore originario della Costa d’Amalfi -. Questo èl vero “paesaggio” a cui rivolgiamo lo sguardo nella speranza di trovare il sentiero che conduce alla conoscenza della nostra ragione d’essere.”

La fotografa Adele Filomena, rappresentante di CostieraArte, che ha seguito i ragazzi durante il percorso così conclude “I ragazzi hanno immortalato con i loro telefonini, particolari  del territorio che sono sotto i nostri occhi ma che non riusciamo più a vedere, hanno reso visibile quello che a molti , ai più, è invisibile. I loro scatti meravigliano ed emozionano per quello che hanno saputo cogliere in un Click”.