Sentiero degli Dei: dai comuni di Positano e Praiano vademecum per la sicurezza

I Comuni di Positano e di Praiano hanno preso provvedimenti per quanto riguarda i sempre più ricorrenti incidenti che si verificano sul Sentiero degli Dei.

Negli ultimi anni, infatti, il Sentiero degli Dei è diventato una vera e propria attrazione turistica, tappa ormai fondamentale per tanti escursionisti, pratici o meno, che decidono di dedicare qualche ora non solo al mare della costiera ma anche alla conoscenza delle nostre splendide montagne.

L’aumento delle presenze sul Sentiero degli Dei ha portato anche ad un aumento di episodi spiacevoli come malori, infortuni più o meno gravi e, non di rado, anche perdita delle coordinate geografiche con conseguenti casi di persone disperse.

La maggior parte di questi episodi nefasti sono legati perlopiù all’inosservanza delle regole basilari per avventurarsi in montagna. Per questo motivo i due Comuni della Costa d’Amalfi hanno redatto una brochure informativa per sensibilizzare chi va per sentieri  a tenere dei comportamenti volti a salvaguardare la propria vita e quella degli altri.

La brochure informativa su il Sentiero degli Dei verrà distribuita insieme alla mappa dei sentieri presso gli info point turistici del Comune di Positano e presso l’Ufficio Turistico di Praiano, ed è anche scaricabile dal portale web del Comune di    Positano  www.comune.positano.sa.it.

Nei prossimi giorni inoltre, davanti agli ingressi di uno dei sentieri più suggestivi del mondo, verranno installati dei pannelli informativi  con l’indicazione della durata e dell’altitudine del percorso.

Nella brochure, in italiano, inglese e tedesco, si legge:

“Il Sentiero degli Dei è un percorso escursionistico di difficoltà media. Il percorso si snoda su sentiero oppure su tracce di passaggio terreno (pascoli, detriti, petraie), con segnalazioni di colore bianco e rosso. Esso richiede attenzione e senso dell’orientamento, esperienza e conoscenza del territorio montagnoso, allenamento e preparazione fisica alla camminata”.

Vengono poi elencati alcuni consigli utili per intraprendere il sentiero come l’indossare calzature ed equipaggiamento adeguato, di non avventurarsi sul percorso in condizioni meteo sfavorevoli, di munirsi di acqua e di fare attenzione in alcuni punti data la mancanza di protezioni come passamani o corde.

Infine il sentiero non è adatto a malati di cuore e a chi soffre di vertigini e ai bambini al di sotto dei 12 anni se non la stretta sorveglianza dei genitori.

LASCIA UN COMMENTO