Ecco il segreto di Positano per stregare i ricconi. Lo spiega il Sole 24 Ore

Ad innamorarsene prima del boom economico furono gli intellettuali. Ora invece sono i super ricchi. Ma qual è il vero segreto di Positano per stregare magnati e ricconi di mezzo mondo? Prova a svelarlo il Sole 24 Ore che ha pubblicato la mappa del turismo a Positano e in Costiera Amalfitana. Dati del 2015 in cui emerge una forte presenza di turisti statunitensi (secondo l’Ept lo scorso anno sono stati poco oltre 100000 le presenze e 25.000 gli arrivi) e australiani (40000 circa). Poi Regno Unito (28000), Canada (21000), Brasile (15000) Germania (15000), Argentina (14000), Corea (13000), Francia (12400) e Giappone (4300). Ad Amalfi secondo i dati acquisiti dal Sole nel solo 2015 gli arrivi sono stati 87.712 (20000 italiani e 67000 stranieri), mentre le presenze salgono a 313.055 tra italiani (65000) e stranieri (247.983).

positano turisti

Insomma oltre a quel turismo intellettuale a fare da richiamo secondo il sole sono i magnati. “Al posto dei Nobel e dei generali di corpo d’armata adesso tra Praiano e Positano – neppure 200 metri dall’Hotel San Pietro – gettano l’ancora in rada Larry Allison, fondatore di Oracle, Bill Gates, Rupert Murdoch, Steven Spielberg e qualsiasi miliardario con una nave al seguito disposto a godere di uno spettacolo irripetibile”, scrive Il Sole 24 Ore secondo cui il turismo campano e meridionale “visto da Positano sembra un sogno realizzato”. Così si spiegherebbe un dato: che gli stranieri sono l’80% del totale, come ha tenuto a sottolineare il sindaco Michele De Lucia. “Quest’anno supereremo del 5% i già straordinari successi del 2015”, annuncia poi al Sole il vicesindaco con delega al Turismo Francesco Fusco, mentre Lorenzo Cinque, proprietario dell’hotel Villa Albertina, ex vicesindaco ed ex rappresentante presso l’associazione albergatori di Salerno, chiosa: “Da maggio a ottobre si lavora senza sosta”.