Salerno: partono le Vie del Mare, annunciate dal governatore De Luca

A Salerno sono state presentate ed inaugurate le Vie del Mare, il nuovo servizio trasporto persone, annunciato ufficialmente dal governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Il metrò del mare permetterà di collegare il capoluogo di regione, Napoli, con il Cilento ed altre zone mete turistiche in Campania.

L’investimento è stato davvero importante: ben 4 milioni di euro per realizzare le Vie del Mare.

A proposito, proprio lo stesso De Luca, ha affermato:

“Abbiamo fatto alcune operazioni relative alla mobilità in relazione allo sviluppo dei di progetti turistici già da mesi abbiamo avviato un treno speciale che collega Napoli alla Reggia di Caserta, abbiamo avviato collegamenti su gomma tra Napoli e la Reggia di Capodimonte e il Museo Archeologico. Parte adesso il servizio del metrò del mare con una novità. È un investimento importante di quattro milioni di euro che servono per collegare Napoli con il Cilento, la Costiera con Bacoli, Pozzuoli e le aree più belle della nostra regione e incrementare anche una linea di turismo archeologico con fermate strategiche”.

A descrivere nel dettaglio le nuove Vie del Mare attivate, è stato Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno, in una sua dichiarazione che cita così:

“Cilento Blu e Archeo Linea sono due iniziative lodevoli: fino al prossimo 15 settembre con le Vie del Mare avremo nuovi collegamenti con le costiere amalfitana e cilentana e con Napoli, che andranno ad aggiungersi ai frequenti e quotidiani collegamenti intercostieri in funzione già dalla primavera. Salerno si conferma sempre più punto focale di un sistema integrato per la mobilità turistica, un crocevia per chi voglia scoprire ed apprezzare le bellezze ambientali, storiche, archeologiche ed enogastronomiche della Campania Felix”.

E, sui trasporti regionali in generale, De Luca, aggiunge qualcosa anche sull’aeroporto di Salerno:

“L’idea fondamentale è quella di fare un sistema aeroportuale regionale. La regione Campania è l’unica in Italia, tra le grandi regioni, che ha fondamentalmente un solo aeroporto, che è quello di Capodichino. Oggi abbiamo circa 6, 7 milioni di viaggiatori su Capodichino. Oltre non si può andare per ovvie ragioni di sicurezza. Dunque, l’integrazione con i due aeroporti significherebbe la possibilità di sviluppo per milioni di altri passeggeri per Capodichino e la possibilità di avere un secondo aeroporto a Sud nell’area salernitana”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here