Salerno si fa più bella: un milione e mezzo per riqualificare il litorale

Il litorale salernitano sarà presto più bello. Dopo l’approvazione, nell’ultimo consiglio comunale, di uno dei punti del Documento unico di programmazione 2018-2020, Salerno si prepara ad un restyling che interesserà soprattutto l’area sud della città.

Il progetto prevede un milione e mezzo di investimenti, 10 mila posti di lavoro stimati e 4 sub ambiti di riferimento del litorale suddiviso per zone. La zona sud di Salerno sarà interessata anche ad interventi di protezione della costa ed il ripascimento di spiagge.

Il finanziamento è stato reso possibile grazie alle risorse stanziate nell’ambito del Patto per la Campania stipulato tra il Governo e la regione Campania. Il Comune di Salerno ha infatti partecipato al bando del fondo rotativo della Regione Campania ottenendo i quattro decreti di finanziamento per complessivi 1.590.497,05 euro per completare la fasi progettuali tese a rendere cantierabili i progetti dei quattro sub ambiti.

Tramonti: il 16 e 17 agosto appuntamento con la Festa del Fior di latte...

Continuano gli appuntamenti con il fittissimo calendario di eventi estivi nel comune di Tramonti. Come di consueto il 16 e 17 agosto sono i giorni...

Nel dettaglio i quattro sub ambiti sono: la sub-Unità fisiografica “Salerno” così come individuata dall’Autorità di Bacino Destra Sele (730 mila euro);la sub-unità fisiografica “Mercatello” che si estende da foce Irno a foce Fuorni ( rispettivamente 404 mila e 41 mila euro) e l’estremità sud-orientale della sub-unità “Mercatello” e l’estremità nord-occidentale della sub-unità “Torre Picentina” e che è costituita dal tratto di litorale compreso tra foce Fuorni e foce Asa (413 mila euro).

Foto by Math – Fanpage Facebook Salerno

Il progetto di rifacimento rbano della costa sud di Salerno sarà realizzato con interventi di project financing, ovvero iniziative di privati pronti ad investire nella zona per ampliare o creare servizi e offerta turistica. Sono previsti infatti interventi di ampliamento stradale, lo spostamento del lungomare, la creazione di parcheggi sotterranei e aree di servizio e attività turistiche.

Prima di questi interventi si dovrà procedere a mettere in sicurezza il litorale che è soggetto ad importanti fenomeni erosivi. L’attenzione particolare va al litorale di via Leucosia e nella zona che va dalla foce del torrente Mariconda alla foce del Fiume Picentino che rappresenta il tratto di costa meno urbanizzato.