Salerno: Luci d’Artista, aggiudicato l’appalto triennale. Costo da 6,9 milioni

foto Massimo Pica

E’ stata aggiudicata in via definitiva la gara per l’ideazione, la realizzazione, il montaggio e lo smontaggio di Luci d’Artista. Nell’associazione temporanea di imprese che l’ha spuntata c’è la Iren di Torino, la società che da anni abbellisce Salerno con le sue installazioni.

Al bando di gara, scaduto lo scorso giugno, avevano partecipato anche altre imprese: una Ati formata da Rbr Light e Metalux di Avellino e un’azienda Francese, la Blachere Illumination.

Ad aggiudicarsi la realizzazione di Luci d’Artista, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, è stato il raggruppamento in cui figura anche la Iren.

Buddy Valastro a Positano. Vacanze in Costiera Amalfitana per il “Boss delle torte”

Buddy Valastro, il famoso "Boss delle torte" in vacanza a Positano. E' stato lui stesso a pubblicare sul proprio profilo instagram alcune immagini che lo...

Una aggiudica che riguarda non solo la dodicesima edizione dell’evento, quella per il 2017-2018, ma anche le edizioni numero 13 e 14, dunque fino all’edizione 2019-2020. La spesa prevista è già ben nota e ha anche fatto storcere il naso alle opposizioni.

L’accordo quadro, che decorrerà dalla data di stipula, prevede un importo presunto massimo 6milioni e 900mila euro (2 milioni e 300mila all’anno),compresi oneri di sicurezza. Aggiungendo incentivi per funzioni tecniche e Iva, la cifra arriva a 8milioni 556mila euro (2milioni e 852mila euro annuali).

Nella determina di aggiudica definitiva si dà anche atto che, non essendo vincolante per il Comune l’importo stimato dell’accordo quadro, verranno attivati i singoli ordinativi di servizio con riferimento alle effettive necessità.

Si chiude, dunque, la procedura che, per la prima volta, assegna la realizzazione dell’evento attraverso un bando di gara. Ma le polemiche non sono mancate. Nei mesi scorsi, era stato il consigliere Gianpaolo Lambiase a presentare un’interrogazione al sindaco per sapere se non ci fosse «un enorme conflitto di interesse » nella partecipazione della Iren alla gara per Luci d’artista.