Salerno, prete lascia l’altare: in chiesa c’è un nemico. E’ accaduto nel Cilento

E’ quanto meno curiosa la notizia che un prete in provincia di Salerno per la precisione nel comune di Pollica, ha lasciato l’altare nel momento in cui stava per cominciare la celebrazione domenicale, perchè in chiesa era presente una persona a lui non gradita.

La notizia dalla frazione di Pioppi ha fatto velocemente il giro non solo del cilento ma dell’intera provincia di Salerno. Mentre la chiesa Santa Maria del Carmelo, era gremita di fedeli tra cui molti turisti, inizia a suonare l’organo ma del prete nessuna traccia.

Alcuni fedeli lo vanno a cerca in sacrestia, ma nulla è andato via. Ovviamente il ritardo e la scomparsa del sacerdote lasciano di stucco i tanti fedeli. Uno di questi riesce ad intercettarlo e dopo alcuni minuti riferisce ai presenti la motivazione del gesto del prete, ovvero la presenza di una persona per nulla gratuita.

Scossa di terremoto di 2.9 in provincia di Salerno. Trema la terra nel Cilento

Trema ancora la terra in provincia di Salerno dove è stato registrato un sisma di 2.9 a quattro chilometri da Albanella. Il terremoto registrato...

Il “portavoce” del sacerdote spiega che se questa persona non lascia la chiesa non ci sarà nessuna messa. Il “nemico” del prete, compresa la situazione e per evitare che la curiosa vicenda potesse prendere altre pieghe, lascia la chiesa.

La celebrazione, tra l’incredulità generale, comincia con 25 minuti di ritardo, il tempo che prendesse forma una vicenda quanto mai curiosa. Ovviamente in paese da giorni non si fa altro che parlare di quanto accaduto domenica scorsa.

Come immaginabile c’è stata la corsa al lotto dei tanti presenti in chiesa. La storiella ha fatto in poche ore il giro dell’intera provincia di Salerno e non solo. Molti si chiedono se il comportamento del sacerdote sia stato consono al ruolo che egli stesso ricopre.