Sagre a Salerno: a Giovi torna la Sagra del Biscotto e del Prosciutto

Foto by Emanuela D' Elia via Facebook

Dal 21 al 24 Luglio torna la Sagra del biscotto e del prosciutto a Giovi Piegolelle.

La manifestazione offrirà ai visitatori la degustazione di prodotti gastronomici locali e non mancherà la buona musica ogni sera.

La manifestazione offre svariati spazi di divertimento, che vanno dalla degustazione di prodotti gastronomici all’ascolto di buona musica, dalla partecipazione a balli di gruppo alla genuinità di gare sportive per bambini e ragazzi alla disputa di una importante gara atletica di fondo con partecipazione di atleti campani ed extra regionali.

Salerno: abolito il capolinea bus di Via Ligea, si va tutti a Vinciprova

Si apprende dal quotidiano locale Il Mattino di Salerno la recentissima decisione presa dal Comune di Salerno, di concerto con Busitalia Campania di abolire...

L’evento ha lo scopo di valorizzare i prodotti tipici locali, in particolare l’ormai famoso “biscotto”, il tipico pane di grano biscottato nel forno a legna e condito con pomodori e prosciutto o fagioli e pancetta.

Si potranno, inoltre, gustare durante questa sagra altre svariate pietanze sempre accompagnate da ottimo vino locale.

Ci saranno, inoltre, esposizioni di opere, manufatti e prodotti realizzati da artisti ed artigiani locali.

Quel che si potrà trovare tra gli stand enogastronomici oltre al biscotto cotto in forno a legna secondo antica tradizione, sarà la caponata, la zuppa di fagioli, il panuozzo giovese con pancetta e melanzane, il panuozzo con salsiccia alla brace e patatine fritte, e ogni sera saranno servite specialità dello chef e dolci di vario tipo.

La sagra del biscotto e del prosciutto è organizzata dall’Associazione Culturale Sportiva Colline di Giovi.

Colline di Giovi nasce il 15 maggio 1998 proprio con l’intento di creare un organismo apposito per l’organizzazione della manifestazione gastronomica “Sagra del Biscotto e prosciutto”.

Vista la notevole affluenza di visitatori provenienti da Salerno e provincia, che nella calura estiva trovavano accoglienza, cibi genuini e frescura sulle colline salernitane di Giovi, quella che era nata come sagra è diventata progressivamente una manifestazione sempre più orientata alla promozione del territorio dal punto di vista paesaggistico, artigianale, agricolo e anche turistico.

Si tratta di un turismo complementare a quello del centro città: la collina offre tanto con i suoi percorsi naturalistici e i suoi prodotti artigianali della tradizione.