Rincaro dei taxi: da stanotte spostarsi a Napoli costerà di più

Dalla mezzanotte di oggi viaggiare in taxi a Napoli costerà di più. Le tariffe aumenteranno dall’8 al 25% per la corsa mentre la chiamata al radio taxi costerà da 1 euro a 1.50 in più. Ad aumentare di 50 centesimi anche la corsa notturna e quella festiva.  Il tassametro non scatterà più ogni 60 metri ma ogni 48, non più ogni 10 secondi ma ogni 8.

Gli incrementi nei costi dei taxi sono stati stabiliti con una delibera approvata ad inizio giugno ma andranno appunto in vigore questa notte. Ad aumentare non sono solo i rincari ma anche le polemiche.

Ad essere in particolar modo al centro di polemiche non sono solo le corse più care ma anche le tabelle meno chiare. Tali tabelle prima erano stampate dal fondatore “Città di Partenope” Claudio Agrelli, mentre ora sono stampate direttamente dai tassisti.

Amalfi: scooter in fiamme negli stalli di sosta. Intervengono i vigili del fuoco /...

Sarebbe stato un corto circuito la causa dell'incendio di uno scooter verificatosi intorno alle 19 di ieri ad Amalfi. Il due ruote era parcheggiato...

Agrelli ha studiato nei dettagli i manifesti che appariranno sui taxi di tutta la città e ne ha rivelato tutti gli errori e denunciato i rincari.

«Le tariffe predeterminate urbane aumenteranno di 2 euro e in alcuni casi di 4 – sostiene Agrelli – ad esempio dalla Stazione centrale a piazza Municipio si passerà da 11 a 13 euro. Alcune tratte predeterminate, invece, verranno abolite. Ancora più grave il rincaro di quelle predeterminate extraurbane che aumentano quasi tutte di 10 euro. Alcune sono raddoppiate, come il Vesuvio, con un aumento del 170 per cento».

«Per quanto riguarda il Vesuvio c’è un errore nella stampa delle tabelle – si difende Pasquale Ottaviano del consorzio tassisti Sitan – c’è un aumento di soli 10 euro. Siamo pronti a rimediare agli errori. Ma non parliamo di aumenti, si tratta di adeguamenti. È dal 2007 che le nostre tariffe sono sempre le stesse».

Nella delibera non si parla sono di aumenti. Sono infatti previste agevolazioni per le donne nella fascia notturna che va dalle 22 alle 6 e per i cittadini di oltre 70 anni non accompagnati e per l’utenza diversamente abile.

La delibera assicura anche nuove tratte predeterminate: Pietrarsa, Cittàdella Scienza e Mostra d’Oltremare, quelle più richieste da lungomare, Stazione centrale e aeroporto.