Regata Storica: Amalfi incredibilmente ultima. Vince Genova dopo 17 anni. Pisa seconda

A Pisa è accaduto quello che nessuno si aspettava. Amalfi chiude ultima la 62esima edizione della regata storica nonostante il forte entusiasmo per un equipaggio ritenuto tra i più forti. E invece agli azzurri non solo non è riuscita l’impresa di bissare il successo dello scorso anno ma è capitato di terminare la gara all’ultimo posto e col galeone distaccato di oltre un’imbarcazione dalla prima.

Esordio amaro, dunque, non solo per mister Antonio La Padula, al quale da quest’anno è stato conferito l’incarico di comporre l’equipaggio per la regata di Pisa, ma anche per il capovoga Giuseppe Vicino, medaglia di bronzo alle olimpiadi di Rio del 2016.

Amalfi, l’8 e 9 dicembre il Natale subacqueo alla Grotta dello Smerardo. Ecco come...

Ritorna ad Amalfi, in occasione del cinquantennale del “Natale Subacqueo di Amalfi” il concorso fotografico “Sopra e sotto il mare di Amalfi”. Organizzato dal...

La nota positiva di questa edizione pisana della rievocazione storica è senza dubbio il ritorno al successo di Genova, dopo 17 anni. I ragazzi del galeone bianco hanno vogato col lutto al braccio per la scomparsa di uno storico componente del comitato cittadino. In vantaggio sin dalla partenza i vogatori della Lanterna hanno impresso un ritmo impressionante alla gara conducendo la regata dall’inizio alla fine.

L’ultimo posto di Amalfi, dopo le polemiche dei mesi scorsi anche per l’esclusione di due degli otto ragazzi che vinsero la regata ad Amalfi lo scorso anno, aprirà certamente un momento di confronto a questo punto necessario per gettare le basi per il futuro.

Comunque sia un grazie va agli otto campioni amalfitani che hanno tentato l’impresa oggi a Pisa: Giuseppe Vicino (capovoga e bronzo alle olimpiadi di Rio del 2016), Mario Paonessa, Emanuele Liuzzi, Luca Parlato, Alessandro Addabbo, Andrea Paolillo, Luigi Lucibello e Luigi Amendola.

A loro va il nostro riconoscimento per l’impegno, la passione e l’attaccamento per i colori azzurri. Questa volta è andata così. Capita di steccare l’appuntamento con la vittoria che per Amalfi a questo punto è solo rimandato. E lo sanno bene quelli di Venezia che dopo tre vittorie consecutive giunsero quarti al traguardo proprio lo scorso anno ad Amalfi.