Il 26 e 27 luglio Ravello celebra la festa di San Pantaleone. Ecco il programma completo

Il 26 e 27 luglio per Ravello sarà due giornate speciali, nelle quali si svolgerà la festa in onore del santo patrono della cittadino, San Pantaleone. Una tradizione secolare che di anno in anno rafforza il legame tra i fedeli della città della musica e San Pantaleone.

Due giorni di festa che cominceranno nella mattinata di domani 26 luglio con il Gran Concerto Bandistico “Giuseppe Piantoni – Città di Conversano”, in provincia di Bari, diretto dal Maestro Susanna Pescetti, docente presso il Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, che animerà le vie del paese con l’esecuzione di marce sinfoniche.

Il canto dei Vespri, previsto per le ore 20, seguirà alla liturgia della luce e l’esposizione della statua che saranno presieduti da Don Giuseppe Nuschese.

Calcio: per il Costa d’Amalfi primo punto in Eccellenza. Finisce 1-1 col Cervinara

Finisce in parità, 1-1, la gara di esordio casalingo del Costa d'Amalfi. Un pareggio, quello arrivato ieri al San Martino di Maiori con l'Audax...

Giovedì 27 luglio saranno celebrate le sante messe alle ore 7.30, 9, 11 e 12 e il santo pontificale, che sarà presieduto  dall’Arcivescovo della Diocesi di Amalfi-Cava de’ Tirreni Orazio Soricelli avrà luogo alle ore 18.30.

Per chiudere in bellezza i due giorni dedicati alla festività di San Pantaleone ci sarà, alle ore 21.45, lo spettacolo pirotecnico curato dalla ditta”Cav. Giovanni Boccia” di Palma Campania.

Sarà un momento di fede estremamente sentito a Ravello, visto il legame fortissimo che unisce i fedeli a San Pantaleone. 

Secondo la tradizione Pantaleone da Nicomedia era un cristiano, medico personale del cesare Galerio, che subì il martirio durante le persecuzioni di Diocleziano. Oggi viene venerato in tantissime città italiane, due delle quali sono Ravello e Vallo della Lucania, ed è considerato il patrono dei medici, insieme ai santi Cosma e Damiano, e delle ostetriche.