Costiera Amalfitana: a Ravello kilt e cornamuse per un matrimonio scozzese da sogno

ph Giovanni Fortunato

La Costiera Amalfitana è da sempre uno dei posti più amati e ambiti per il grande giorno. La Divina accoglie gli sposi, imparando ad apprezzarne le tradizioni, in un vortice di sentimenti che coinvolge i due fortunati che andranno all’altare, amici, parenti, invitati o solo semplici passanti e curiosi. Lo stesso coinvolgimento creato a Ravello per il matrimonio scozzese celebrato ieri.

E’ stata una sfilata di uomini in kilt e cornamuse che hanno risuonato nella piazza della città della musica. Colori e suoni che hanno richiamato alla mente una terra neanche troppo lontana, legatissima alle suoi tradizioni, tanto da esportarle nel mondo.

ph Pino Izzo

La bellissima sposa, rigorosamente in bianco, è stata accompagnata da uomini che nella “sceneggiatura” del matrimonio avevano ruoli diversi, ma un unico comune denominatore il kilt. Ovviamente immancabili i brindisi in piazza accompagnati da canti e baldoria.

E’ stato un giorno di festa per gli sposi che nello scenario unico di Ravello hanno potuto coronare il loro sogno d’amore, senza dimenticare le proprie origini.

Ovviamente grande curiosità ha destato la sfilata degli uomini abbigliati con sgarcianti kilt, di diversi colori in rappresentanza delle diverse famiglie. Ma perché la tradizione vuole che gli sposi scozzesi indossino il kilt?

ph Lucia Serino

L’origine di questo indumento è certamente da ricercare nelle Highlands, le regioni montuose della Scozia, ma non in epoca tanto remota come si potrebbe credere. Intorno al 1730 quella parte del territorio scozzese era una colonia irlandese, povera e ostile.

Quando gli inglesi iniziarono a sfruttare le foreste scozzesi presero a lavorare molti highlanders nelle fornaci che producevano carbone. L’abito di questi, che fino ad allora erano stati semplici pastori guerrieri, consisteva tutto in un plaid, una pezza rettangolare di stoffa lunga circa cinque metri, che veniva drappeggiata intorno al busto, poi intorno alle gambe e fissato in vita da una cintura.

Il kilt quindi è un simbolo che incarna ciò che la Scozia e gli scozzesi sono stati in un recente passato e che oggi mostrano con orgoglio.