Ravello Capitale della Cultura 2020: martedì 8 agosto la presentazione della candidatura

Continua il grande lavoro d’equipe per la candidatura di Ravello come Capitale della Cultura 2020. Una progetto importante e prestigioso, che qualora dovesse riuscire a superare l’agguerrita concorrenza delle altre città italiane, darebbe ancora maggiore lustro a questa meravigliosa terra.

Grande attesa per la presentazione ufficiale della candidatura di Ravello Costa D’Amalfi a Capitale della Cultura 2020, che si terrà martedi prossimo 8 agosto, nel meraviglioso scenario del simbolo della città della musica ovvero Villa Ruufolo.

Alla presenza del Sindaco di Ravello, Salvatore Di Martino, e dei primi cittadini di tutti gli altri paesi della Costiera sarà reso noto il logo disegnato da Manuel Cargaleiro, artista portoghese molto legato al territorio e sostenitore dell’iniziativa.

Ravello: Totò trova casa all’Hotel Caruso. Un busto in ricordo dei suoi soggiorni in...

Martedì 19 settembre sarà per sempre il giorno di Totò a Ravello: verrà infatti scoperto, alle 18.30, un busto bronzeo di Totò al Belmond...

Nel corso del pomeriggio il responsabile del dossier, Secondo Amalfitano, illustrerà il concept della candidatura, la piattaforma digitale che accompagnerà il cammino e i nomi degli “Ambasciatori di Ravello 2020” che hanno scelto di sostenere e promuovere il progetto. Previsto anche un focus dedicato al lancio di una manifestazione di interesse per individuare sponsor e partner.

Sarà una giornata cruciale per la candidatura di Ravello come Capitale della Cultura 2020. Il lavoro per questa candidatura è partito ormai da diversi mesi, durante i quali sono stati coinvolti decine di persone, enti e comuni non solo della Costiera Amalfitana.

Il tavolo tecnico, motore sempre più rodato dell’intera macchina, continua a riunirsi periodicamente e ad alimentare il progetto complessivo per l’importante scadenza di settembre.

Dopo aver ottenuto l’appoggio dai Conservatori e i licei musicali della Campania, nei giorni scorsi una tappa importante dell’avventura intrapresa dai 14 comuni della Costiera è stata la riunione presso Università degli Studi di Salerno.

La fattiva collaborazione dell’ateneo, retto da Aurelio Tommasetti, è un tassello fondamentale per l’ideazione e lo sviluppo di una serie di iniziative che costituiscono parti imprescindibili del progetto complessivo.