Il porto di Salerno migliora ancora: +41% di crocieristi nella prima metà del 2017

Il porto di Salerno cresce ancora con la sua attività: sono stati diffusi infatti i risultati di una recente indagine svolta dalla stessa Autorità Portuale, rilevando un grandissimo successo nell’anno 2016 e anche per la prima parte del 2017.

Il volume di merce in movimento attraverso lo scalo salernitano ha superato nel 2016 e per la prima volta 13 milioni di tonnellate, che equivale ad un +1,6% rispetto all’anno precedente, come riferisce Asalerno.it.

Si è indagato parzialmente anche sul 2017 in corso: le cose vanno bene perchè l’aumento di merci movimentate ammonta per il momento a +17%;  il numero di navi arrivate al porto di Salerno è al +19%, e vi è un un incremento della stazza lorda del +32%, raffrontando i dati con quelli dello stesso periodo nel 2016.

Un treno storico per Pietrelcina seguendo le orme di S. Pio. Il primo partirà...

Partirà il 23 settembre il primo viaggio programmato in uno treno storico per raggiungere Pietrelcina, luogo id nascita di S. Pio. L’iniziativa è stata...

Ancora, dal mese di Gennaio e fino a Maggio di quest’anno si rileva un +9% sui container in Teus, e questo grazie alle nuove linee portacontainers che sono state avviate; inoltre si è registrato anche un aumento del numero di veicoli commerciali che si attesta sul +32% grazie all’attivazione della linea Ro/Ro Salerno-Genova, che passa con una frequenza di tre volte alla settimana dal porto di Salerno.

Passiamo ai viaggiatori: sempre da Gennaio a Maggio 2017, il numero di crocieristi si è innalzato di parecchio; l’incremento è davvero notevole, siamo a +41% tra passeggeri di navi da crociera, traghetti e collegamenti intercostieri.

Intanto si continua a lavorare per il miglioramento della struttura dello scalo salernitano.

Dopo che i lavori di dragaggio del fondale verranno ultimati, e dopo il completamento di Salerno Porta Ovest, verranno sviluppate le Zone Economiche Speciale (ZES), che sono state istituite dal Governo per tutte le zone portuali e retro portuali delle regioni del Sud Italia.

Le ZES prevedono agevolazioni fiscali, incentivi finanziari, e sburocratizzazione delle procedure, con l’obiettivo di attrarre aziende e nuovi investimenti diretti anche dall’estero.

A proposito il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, ha commentato:

“In questi giorni è stato approvato un decreto per le ZES, questo ci consente di avere una prospettiva di sviluppo concreta e realizzabili. Per il mezzogiorno è una scelta lungimirante ed è una grande possibilità per la nostra realtà culturale per pensare in grande e mettersi in movimento, Salerno è una realtà dinamica e questo è un vanto”.