Il porto di Salerno migliora ancora: +41% di crocieristi nella prima metà del 2017

Il porto di Salerno cresce ancora con la sua attività: sono stati diffusi infatti i risultati di una recente indagine svolta dalla stessa Autorità Portuale, rilevando un grandissimo successo nell’anno 2016 e anche per la prima parte del 2017.

Il volume di merce in movimento attraverso lo scalo salernitano ha superato nel 2016 e per la prima volta 13 milioni di tonnellate, che equivale ad un +1,6% rispetto all’anno precedente, come riferisce Asalerno.it.

Si è indagato parzialmente anche sul 2017 in corso: le cose vanno bene perchè l’aumento di merci movimentate ammonta per il momento a +17%;  il numero di navi arrivate al porto di Salerno è al +19%, e vi è un un incremento della stazza lorda del +32%, raffrontando i dati con quelli dello stesso periodo nel 2016.

Cava de’ Tirreni: è iniziato il primo Torneo del Folklore

Ieri mattina, Domenica 19 Novembre, a Cava de' Tirreni è partito il primo Torneo del Folklore, un mini torneo di calcio che vede come...

Ancora, dal mese di Gennaio e fino a Maggio di quest’anno si rileva un +9% sui container in Teus, e questo grazie alle nuove linee portacontainers che sono state avviate; inoltre si è registrato anche un aumento del numero di veicoli commerciali che si attesta sul +32% grazie all’attivazione della linea Ro/Ro Salerno-Genova, che passa con una frequenza di tre volte alla settimana dal porto di Salerno.

Passiamo ai viaggiatori: sempre da Gennaio a Maggio 2017, il numero di crocieristi si è innalzato di parecchio; l’incremento è davvero notevole, siamo a +41% tra passeggeri di navi da crociera, traghetti e collegamenti intercostieri.

Intanto si continua a lavorare per il miglioramento della struttura dello scalo salernitano.

Dopo che i lavori di dragaggio del fondale verranno ultimati, e dopo il completamento di Salerno Porta Ovest, verranno sviluppate le Zone Economiche Speciale (ZES), che sono state istituite dal Governo per tutte le zone portuali e retro portuali delle regioni del Sud Italia.

Le ZES prevedono agevolazioni fiscali, incentivi finanziari, e sburocratizzazione delle procedure, con l’obiettivo di attrarre aziende e nuovi investimenti diretti anche dall’estero.

A proposito il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, ha commentato:

“In questi giorni è stato approvato un decreto per le ZES, questo ci consente di avere una prospettiva di sviluppo concreta e realizzabili. Per il mezzogiorno è una scelta lungimirante ed è una grande possibilità per la nostra realtà culturale per pensare in grande e mettersi in movimento, Salerno è una realtà dinamica e questo è un vanto”.