Paura nella metro di Napoli: armato di coltello semina il panico. E’ un clochard svedese

E’ un clochard svedese di 31 anni l’uomo che oggi ha seminato il panico sul treno della metropolitana della linea 1 di Napoli che viaggiava in direzione Piscinola dove armato di coltello ha impaurito decine di passeggeri. E alcuni di questi, secondo quanto riferisce il quotidiano Il mattino, sarebbero rimasti leggermente feriti nella ressa mentre altri si trovano in stato di choc.

L’uomo, che si trova in Italia da circa due anni e che sarebbe già noto alle forze dell’ordine per comportamenti non proprio ortodossi legati all’abuso di alcol a cui avrebbe vita anche in atre città, è stato disarmato dai vigilanti del metrò e poi arrestato dopo una colluttazione con la polizia.

Inferno di Ferragosto in Costa d’Amalfi. Lite a Maiori e ambulanza bloccata sulla 163

Da oggi in Costa d'Amalfi è iniziato l'inferno di ferragosto con migliaia di autovetture che si sono riversate lungo la statale 163 già da...

«Era un uomo alto, scuro, forse un mulatto – racconta una testimone oculare all’Ansa – aveva una bandana sulla testa e portava dei pantaloni aderenti. L’ho notato già alla Stazione Università, dove sono salita. Una volta sul treno, affollato, è passato accanto a me e ad altri passeggeri e ha sollevato la maglietta, lasciando vedere un coltello lungo e affilato».

Visibilmente ubriaco portava con sé un coltello seghettato con lama da 20 centimetri e quando questa gli sarebbe caduta per terra i viaggiatori che si trovavano sul convoglio sono stati presi dal panico. Grida e urla all’interno del treno avrebbero accompagnato gli ultimi metri del convoglio in arrivo alla stazione dei Colli Aminei dove si sarebbe registrata una vera e propria ressa. Nella foga di lasciare il treno alcuni passeggeri sono stati travolti riportando per fortuna lievi ferite.