Paura al largo di Amalfi, prende fuoco un tender. Colonna di fumo nero / Foto e Video

Paura pochi istanti fa al largo di Amalfi dove un tender, per cause in via di accertamento, ha preso improvvisamente fuoco. La colonna di fumo nero e denso si sollevata verso il cielo ed ha richiamato l’attenzione di centinaia di persone sia dalla strada che dalle spiagge. Immediatamente sono partiti i soccorsi e tra i primi sarebbero giunte alcune barche in transito tra cui quelle che fanno la spola con i ristoranti delle piagge oltre Amalfi.

A intervenire sul posto sarebbero stati gli occupanti di un battello che con un idrante avrebbero provveduto a spegnere l’incendio. Stando a quanto si apprende non ci sarebbero feriti.

Festa all’Unisa: si festeggiano i trent’anni del progetto Erasmus

Grande festa oggi all’Università degli Studi di Salerno che celebra i 30 anni del programma Erasmus, il principale programma di mobilità degli studenti universitari...

Chi ha assistito alla scena racconta di essere stato richiamato da una serie di esplosioni avvertite anche dalle abitazioni che si affacciano sul mare. Poi le fiamme e il fumo nero e denso che si è alzato verso l’alto. L’episodio è avvenuto al largo, nello specchio di mare compreso tra Amalfi e il Capo di Vettica.

La nube nera e densa è stata avvistata sia dalla spiaggia grande di Amalfi sia da Duoglio e Santa Croce. A evitare il peggio sarebbe stato il tempestivo intervento di un traghetto che con l’idrante ha provveduto a sedare le fiamme.

Un analogo episodio accadde anche qualche anno fa quando prese fuoco sempre al largo di Amalfi una barca di vetroresina. Ora bisogna stabilire le cause dell’incendio che ha fatto temere il peggio.

AGGIORNAMENTO – La barca che ha preso fuoco questo pomeriggio intorno alle 16.30 era il tender di uno yacht ormeggiato a largo di Positano. Cinque le persone a bordo tutte messe in salvo da un peschereccio e dall’imbarcazione di uno dei ristoranti sul mare. Due di queste erano in mare al momento dell’accaduto. Quando cioè è iniziato a uscire del fumo dalla zona di poppa. Immediatamente è stato lanciato l’allarme alla Capitaneria di Porto di Amalfi che inviato sul posto le imbarcazioni più vicine tra cui la motonave Shock della Alicost da cui si è proceduto con un idrante allo spegnimento dell’incendio. A coordinare le operazioni il comandante dell’Ufficio Locale Marittimo, Antonino Giannetto, che ha applicato l’articolo 70 della navigazione.

Sul posto, a bordo di un mezzo veloce privato, sono accorsi anche i militari della Guardia Costiera con alcuni estintori, che però non sono serviti grazie all’intervento risolutore della motonave. Le cinque persone tutte di nazionalità straniera, due turisti e il resto uomini dell’equipaggio, sono stati trasportati presso lo jacht in rada a Positano. L’imbarcazione utilizzata come tendere, uno scafo in vetroresina di circa 4 metri, è stato trasportato nel porto di Maiori dai tecnici specializzati della ditta Capone che ha proceduto allo svuotamento dello scafo e alla messa in sicurezza in mare.

Posted by Amalfinotizie on Monday, June 19, 2017