I turisti danno i voti e premiano la Costa d’Amalfi: Maiori è prima in classifica

Maiori promossa a pieni voti dai turisti che hanno fatto tappa a Salerno e provincia. Questo è quanto è emerso dall’Indagine Campionaria sul Turismo Internazionale, realizzata ogni anno dalla Banca d’Italia e basata su interviste ai numerosi viaggiatori che ogni anno arrivano nel Bel Paese. I dati resi noti si basano sul quadriennio che va dal 2012 al 2015 su turisti che si sono soffermati per almeno una notte in un comune della provincia di Salerno.

Nonostante nelle prima tredici località più visitate in assoluto ci siano ben cinque comuni del Cilento, i dati della Banca d’Italia dimostrano come la Costiera Amalfitana sia il marchio più geograficamente ricercato dai turisti di tutto il mondo. Nelle tredici posizioni della classifica generale, infatti, vi sono sette comuni della Costa d’Amalfi, cinque del Cilento e, ovviamente, la città di Salerno.


Ad aggiudicarsi il primo posto in classifica è stato il comune di Maiori che ha raggiunto il punteggio di 9.22 su un massimo di 10. Gli indicatori di valutazione dei comuni riguardano: la qualità urbana e le opere d’arte presenti; il paesaggio e l’ambiente naturale; gli alberghi e le altre possibilità di alloggio; i pasti e la cucina; i prezzi ed il costo della vita; le informazioni e i servizi per i turisti.

Ravello: Totò trova casa all’Hotel Caruso. Un busto in ricordo dei suoi soggiorni in...

Martedì 19 settembre sarà per sempre il giorno di Totò a Ravello: verrà infatti scoperto, alle 18.30, un busto bronzeo di Totò al Belmond...

Alle spalle di Maiori si posizionano Ravello, con un punteggio di 9.20, e Positano con 9.18. Fanno poi seguito i comuni cilentani di Centola – Palinuro (votazione 9.5), Agropoli (9.4) ed Ascea (9). Al settimo e all’ ottavo posto si posizionano rispettivamente Minori, con la votazione di 8.81, ed Amalfi con un 8.76. Chiudono la classifica Salerno (8.62), Vietri sul Mare (8.61), Capaccio – Paestum (8.53), Praiano (8.50) e Castellabate (8.50). Il giudizio complessivo premia la Costiera Amalfitana rispetto a quella Cilentana con una valutazione di 8.94 a 8.69.

Analizzando i dati emersi dalla Banca d’Italia, si nota come Minori abbia avuto il voto più alto in merito alla qualità della città e delle opere d’arte e per l’ambiente naturale; Centola – Palinuro si aggiudica invece la massima votazione per la possibilità di alloggio. Ad aggiudicarsi il voto più alto per la cucina è invece Ascea. Il paese dove si spende di più è Ravello, contrapposto a Centola – Palinuro. Infine il paese che si è aggiudicato la migliore qualità delle informazione e dei servizi per i turisti è Maiori.

Confronto quasi alla pari dunque tra Costiera Amalfitana e quella Cilentana: la costa nostrana prevale per quanto riguarda l’aspetto Città/Opere d’Arte, Paesaggio Ambiente Naturale e per Informazioni/Servizi ai Turisti. Perfetta parità per quanto riguarda la valutazione Alberghi/Alloggi mentre il Cilento vince sul piano Pasti/Cucina e Prezzi/Costo della Vita.