Nuove assunzioni al Comune di Cava: previsto un piano fino al 2019

Si respira aria di nuove assunzioni al Comune di Cava de’ Tirreni.

L’Amministrazione targata Vincenzo Servalli infatti si sta preparando per un ricambio generazionale che coinvolgerà gran parte degli uffici di Palazzo di Città.

Infatti i dipendenti comunali, visti massicci pensionamenti degli ultimi anni, stanno diventando veramente pochi e quindi l’esigenza di nuove assunzioni al Comune di Cava si è fatta impellente.

A questo proposito, come riferisce l’edizione online del quotidiano La Città di Salerno, si è delineato un programma triennale per soddisfare il fabbisogno di personale; un piano, presentato all’assemblea di giunta Servalli, che prevede l’assunzione, da qui all’anno 2019, di almeno 60 nuovi impiegati al Comune, con un budget a disposizione di quasi 1 milione e 300 mila euro.

Questi fondi sono stati stanziati appositamente per assunzioni a tempo indeterminato e altri 600 mila euro andranno all’assunzione di persone per lavori flessibili.

Il programma è in effetti una relazione che documenta nello specifico quanti dipendenti il Comune di Cava dovrà assumere nei prossimi anni per compensare il numero di persone già ritiratesi per anzianità di lavoro e quelle che stanno per andare in pensione nei prossimi mesi del 2017.

Il piano per le nuove assunzioni al Comune di Cava prevede nell’immediato, e cioè entro la prima metà del 2017, il reclutamento di ben 7 dirigenti con mobilità volontaria, tra tecnici e funzionari contabili e amministrativi, più l’assunzione di tre collaboratori.

Le assunzioni previste invece entro Luglio 2018 saranno più numerose invece: si parla di 37 posti comunali a tempo indeterminato, conferiti tramite concorsi pubblici.

I 37 incarichi verranno affidati in vari ambiti: istruttore amministrativo, tecnico, agronomo, vigilanza, economico-finanziario e informatico.

Tredici poi saranno i dipendenti a tempo flessibile che il Comune dovrà prendere entro la prima metà di quest’anno.

Grandi numeri per l’Amministrazione cavese, che non si vedevano da molti anni.

Le nuove assunzioni al Comune di Cava permetteranno quindi un bel ricambio generazionale, anche perchè entro la fine dell’anno ci saranno altri ritiri dal lavoro per i dipendenti che sono arrivati al termine di carriera per anzianità di servizio.

Come dicevamo più, poi, tantissimi sono già andati in pensione: nel 2011, già 19 persone sono andate a riposo, e quell’anno il personale attivo negli uffici comunali ammontava a 360 unità.

Nel 2015, si è scesi a 332 unità, dei quali, almeno il 50%, circa 150, avevano un’anzianità di lavoro tra i 31 e i 35 anni, e per queste persone, da qui a pochi anni si prevede quindi il pensionamento.

Dall’anno 2015 a tutt’oggi almeno 40 dipendenti di Palazzo di Città si sono ritirati in pensione (13 nel 2015, 14 nel 2016 e già 12 in questi primi mesi del 2017), ed ora il personale attivo è di 290 unità.

Nell’arco di questo 2017, ancora, questa cifra scenderà ulteriormente, perchè almeno altri 40 dipendenti anziani andranno a riposo.

Insomma, sembra proprio che le nuove assunzioni al Comune di Cava siano ormai una urgente necessità: in un periodo di penuria di posti di lavoro, ciò costituisce un’ ottima opportunità per molti giovani cittadini cavesi inoccupati, che di certo attenderanno con impazienza i relativi bandi nei prossimi mesi e l’anno prossimo.