Trovato primo nido di tartaruga caretta caretta in Campania: è ad Eboli

Gli appassionati naturalisti e gli studiosi da tempo attendevano con ansia il momento della deposizione delle uova per le tartarughe caretta caretta, spesso avvistate in provincia di Salerno, e infatti ad Eboli, come riferisce il quotidiano online asalerno.it, è stato trovato il primo nido.

Il ritrovamento a marina di Eboli del nido di caretta caretta è proprio il primo della stagione in Campania.

La tartaruga che darà nuova vita ad altri esemplari della sua stessa specie ha deposto ben 75 uova.

Immediatamente, dopo la segnalazione del ritrovamento di questo primo nido di caretta caretta pieno di uova, sono giunti sul posto gli esperti della Stazione Zoologica Anton Dohrn insieme con i volontari dell’Enpa di Salerno, i quali subito hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area, per evitare il passaggio di persone.

Intervento questo provvidenziale, poichè si sa da più parti che le tartarughe della specie caretta caretta sono in via d’estinzione: i nidi che si trovano vanno subito segnalati e delimitati come aree protette.

Inoltre, essendo il nido posizionato troppo vicino al mare, esso è stato già spostato dallo staff del Dohrn di qualche metro più su, per evitare i danni di possibili mareggiate.

Sono poi stati posizionati dei sensori per il monitoraggio delle condizioni ambientali dell’habitat del nito, ed è stata messa anche un rete di protezione sotto la sabbia.

Si prevede che i cuccioli di tartaruga vengano fuori tra 45-50 giorni; uno spettacolo da non perdere, al quale di sicuro turisti e curiosi assisteranno.

Se vi dovesse capitare di notare possibili tracce di nidi di tartarughe, meglio contattare l’Enpa a Salerno, o la Capitaneria di Porto, o la Stazione Dohrn.

I volontari dell’Enpa, in questo caso specifico relativo al ritrovamento del primo nido in Campania proprio ad Eboli, sono stati allertati dalla Capitaneria di Porto, ed è intervenuta anche l’Asl Locale a protezione dell’area, nell’attesa che gli esperti giungessero sul posto.

I volontari Enpa ringraziano anche e in particolar modo i responsabili del Campeggio Villaggio Paestum, nella cui spiaggia il nido di tartaruga caretta caretta è stato individuato, per la disponibilità e l’interesse mostrato per questi piccoli grandi miracoli della natura, che si vedono sempre meno spesso.

Insomma, si tratta di un periodo propizio per la moltiplicazione della specie caretta caretta, infatti Sandra Hochscheid, responsabile del  Centro Recupero Tartarughe Marine della Dohrn a Portici, come riporto il quotidiano La Repubblica, ha dichiarato:

“Aspettiamo nuove nidificazioni già nei prossimi giorni – sottolinea Sandra Sandra  –  E’ dunque fondamentale il contributo di tutti per la pronta segnalazione alla capitaneria di porto o al numero di pronto intervento del centro ricerche tartarughe marine”.

LASCIA UN COMMENTO