Neve e gelo in Campania: da stanotte il Burian della Befana. Durerà due giorni

Quelli di stamane in Campania e nel Centro Italia (anche la Costa d’Amalfi è stata colpita a quota 700 metri anche se la situazione è andata migliorando con il passare delle ore) secondo i meteorologi sarebbero soltanto un piccolo antipasto di quanto potrebbe accadere nei prossimi giorni. E il nome affibbiato a questa perturbazione artica che ha fatto crollare le colonnine di mercurio portando gelo e neve è quello di “Burian della Befana”.

Da oggi si è posizionato sul centro sud e da stasera farà scendere ulteriormente le temperature alimentando grandi nevicate. Anche sulla Campania. Le temperature si prevedono attestarsi su valori glaciali e gli ultimi aggiornamenti confermano il picco del freddo già da stanotte e nella mattinata di sabato.

Il 7 si annunciano addirittura isoterme di -15° tra Campania, Molise e Puglia. Burian della Befana sarà l’evento del secolo perché le temperature potranno crollare fino a -5° sulle coste. E tra le previsioni ciò dovrebbe accadere anche a Napoli e Salerno dove per la prossima notte sono annunciate nevicate.

Cava: l’abbazia benedettina ufficialmente in lizza per l’Unesco

L'attrazione più suggestiva della cittadina di Cava de' Tirreni, l'abbazia benedettina della Santissima Trinità, sta per essere candidata ufficialmente a diventare patrimonio dell'umanità Unesco. Come...

Intanto questa notte molte squadre delle sezioni locali di protezione civile anche in Costa d’Amalfi stanno intervenendo sulle strade per lo spargimento del sale sull’asfalto e evitare situazioni di pericolo per effetto delle previste gelate notturne.

Infatti il nemico maggiore è proprio il gelo che sta già attanagliando dal tardo pomeriggio la Campania e l’intero Centro Sud. La colonnina di mercurio è di 3 gradi o poco più in serata sulla fascia Costiera (da Positano a Vietri) mentre per domani si prevedono addirittura temperature sotto lo zero anche durante le ore diurne.

L’ondata di freddo è accompagnata anche da venti forti. Tramontana e Grecale stanno spirare in qualche caso con raffiche oltre 60-70 chilometri orari. Il drastico abbassamento delle temperature e le gelate metteranno a dura prova la resistenza dei contatori e degli impianti idrici. Per evitare che le tubature si congelino sarà quindi necessario mettere in pratica alcuni semplici ma fondamentali accorgimenti.

Le amministrazioni comunali stanno fornendo sia attraverso i siti istituzionali sia attraverso i canali social una serie di aggiornamenti ai cittadini mentre la protezione civile si occuperà di portare assistenza agli anziani che vivono da soli in casa.