Napoli sarebbe la provincia meno felice d’Italia dopo Aosta

Secondo una ricerca fatta su Twitter, Napoli sarebbe una delle province meno felici in Italia.

Lo studio si intitola “ihappy 2016” e ha misurato la felicità degli italiani attraverso i loro tweet pubblicati sul famoso social network.

La ricerca è stata effettuata da Voices from the blogs, il primo osservatorio accademico sulle opinioni espresse in rete, nato nel 2010, e la tecnologia che ha permesso i rilevamenti, si chiama iSA (integrated Sentimen Analysis).

Statale 145 Sorrentina: sindaco Cuomo annuncia riapertura gallerie di Varano e Privati

«In pochi giorni sarà ripristinato l'accesso alle galleria di Varano e Privati, così da permettere ai veicoli in entrata e in uscita dalla penisola...

Il gruppo di ricerca è composto da Luigi Curini, Stefano Maria Iacus e Andrea Ceron.

Lo studio ha analizzato nel dettaglio la felicità degli italiani nel 2016, basandosi sulle reazioni istantanee degli individui su Twitter riguardo a vari avvenimenti pubblici e privati

I risultati della ricerca iHappy 2016, elaborati tramite questo metodo particolare, hanno evidenziato che Napoli è la provincia più triste d’Italia solo dopo Aosta, anche se la felicità è in media più elevata nel Mezzogiorno.

La media della regione Campania, si abbassa notevolmente per le brutte performance di Caserta, che è al nono posto, di Avellino al 46esimo, Salerno al 72esimo e Benevento al 100esimo.

Napoli, è penultima tra le province campane è 109esima.

Il giorno più triste per la provincia di Napoli è stato il 14 Settembre 2016 per il suicidio di Tiziana Cantone. 

Invece il giorno più felice a Caserta è stato quando Renzi visitò uno stabilimento della Coca Cola.

Andando a guardare gli indici di felicità, l’indice di Napoli è molto sotto il 50%, siamo a 44.7, mentre Aosta è a 44.4.

Sfatato quindi il luogo comune che vede sempre i napoletani persone intenti a cantare, ballare, mangiare e divertirsi

La Provincia più felice d’Italia è Frosinone, l’indice è del 60.3% seguita da Verona, 58.3 e Bologna 57.8.

Sempre secondo la ricerca, il quinto evento più triste dell’anno in Italia è stato il passaggio di Higuain alla Juve.

Esso viene dopo la fine delle Olimpiadi, l’attacco Isis alla chiesa di Rouen in Francia, la sparatoria nel centro commerciale a Monaco di Baviera e i risultati delle elezioni amministrative.

I cinque eventi più felici in Italia nel 2016 sono stati: l’apertura di papa Francesco alle donne che abortiscono (indice iHappy all’83%), la vittoria del No al referendum e le conseguenti dimissioni di Renzi, i quarti di finale Italia-Germania agli Europei di calcio, il giuramento di Virginia Raggi come sindaco di Roma e la presentazione del ct della Nazionale Ventura.