Napoli sarebbe la provincia meno felice d’Italia dopo Aosta

Secondo una ricerca fatta su Twitter, Napoli sarebbe una delle province meno felici in Italia.

Lo studio si intitola “ihappy 2016” e ha misurato la felicità degli italiani attraverso i loro tweet pubblicati sul famoso social network.

La ricerca è stata effettuata da Voices from the blogs, il primo osservatorio accademico sulle opinioni espresse in rete, nato nel 2010, e la tecnologia che ha permesso i rilevamenti, si chiama iSA (integrated Sentimen Analysis).

Salerno: 327 milioni per il nuovo ospedale. Sorgerà sui suoli ex Finmatica

Passo in avanti per la progettazione del nuovo ospedale di Salerno. Firmato il protocollo d’intesa tra Regione, azienda ospedaliera Ruggi d'Aragona, Asl e Università...

Il gruppo di ricerca è composto da Luigi Curini, Stefano Maria Iacus e Andrea Ceron.

Lo studio ha analizzato nel dettaglio la felicità degli italiani nel 2016, basandosi sulle reazioni istantanee degli individui su Twitter riguardo a vari avvenimenti pubblici e privati

I risultati della ricerca iHappy 2016, elaborati tramite questo metodo particolare, hanno evidenziato che Napoli è la provincia più triste d’Italia solo dopo Aosta, anche se la felicità è in media più elevata nel Mezzogiorno.

La media della regione Campania, si abbassa notevolmente per le brutte performance di Caserta, che è al nono posto, di Avellino al 46esimo, Salerno al 72esimo e Benevento al 100esimo.

Napoli, è penultima tra le province campane è 109esima.

Il giorno più triste per la provincia di Napoli è stato il 14 Settembre 2016 per il suicidio di Tiziana Cantone. 

Invece il giorno più felice a Caserta è stato quando Renzi visitò uno stabilimento della Coca Cola.

Andando a guardare gli indici di felicità, l’indice di Napoli è molto sotto il 50%, siamo a 44.7, mentre Aosta è a 44.4.

Sfatato quindi il luogo comune che vede sempre i napoletani persone intenti a cantare, ballare, mangiare e divertirsi

La Provincia più felice d’Italia è Frosinone, l’indice è del 60.3% seguita da Verona, 58.3 e Bologna 57.8.

Sempre secondo la ricerca, il quinto evento più triste dell’anno in Italia è stato il passaggio di Higuain alla Juve.

Esso viene dopo la fine delle Olimpiadi, l’attacco Isis alla chiesa di Rouen in Francia, la sparatoria nel centro commerciale a Monaco di Baviera e i risultati delle elezioni amministrative.

I cinque eventi più felici in Italia nel 2016 sono stati: l’apertura di papa Francesco alle donne che abortiscono (indice iHappy all’83%), la vittoria del No al referendum e le conseguenti dimissioni di Renzi, i quarti di finale Italia-Germania agli Europei di calcio, il giuramento di Virginia Raggi come sindaco di Roma e la presentazione del ct della Nazionale Ventura.