A Napoli nasce la Bombetta di Totò. Un dolce in onore del grande artista napoletano

Antonio De Curtis conosciuto dal grande pubblico col nome di Totò è stato uno degli attori più conosciuti Italiani. Per Napoli Totò è stato il simbolo della rivincita sociale e dell’amore per la propria terra. La città partenopea non ha mancato di omaggiare il principe della risata non solo con l’intitolazione di piazze e strade, ma con qualcosa di più profondo, maggiormente legato alla quotidianità: dando il nome ad un dolce.

E’ nato nei giorni scorsi la “Bombetta di Totò”, realizzato con pan di Spagna allo yogurt, ripieno al fiocco di neve e copertura al cioccolato. Il dolce sarà a tiratura limitata ecco perchè è richiesta la prenotazione.

A darne notizia la pasticceria Poppella che ha annunciato il nome della loro ultima creazione sul profilo facebook. Ma in onore di Totò non solo un dolce, pochi mesi fa, in occasione del Pizza Village 2016, fu creata anche la pizza in memoria dell’artista napoletano.

Eccellenza: spettacolo e gol nella sfida tra il San Vito Positano e l’Agropoli

Grande attesa alla vigilia per la sfida tra il San Vito Positano e l'Agropoli, entrambe già considerate pronte per il salto di categoria, anche se...

“Sapori del Sud” un nome questo che ricorda una caciotta presente nel famosissimo film “Totò, Peppino e la… malafemmina”, che è divenuta ingrediente principale della nuova pizza in onore del grande attore napoletano.

I fratelli Vesi hanno deciso di utilizzare la cacciotta di formaggio caprino calabrese grattuggiato a scaglie, abbinato con i pomodorini di “piennolo” gialli del Vesuvio, zucchine a chilometro zero di Agerola, olio e basilico.

I pizzaioli napoletani non sono nuovi ad invenzioni del genere. Negli anni scorsi la show girl Elisabetta Gregoraci, il calciatore Marek Hamsik e l’immensa Sophia Loren furono le fonti di ispirazione per delle creazioni culinarie.

Il grande Totò amava la pizza sia da adulto quando, ormai famoso, aveva disponibilità economica, sia da ragazzo, quando spesso ne ordinava una pagandola dopo una settimana.

Ora al nome dell’indimeticato attore napoletano sarà legato anche quello di un dolce che saprà far sorridere le papille gustative di coloro i quali lo assaggeranno come Totò sapeva fare con i suoi film.