Una montagna di strufoli nella notte di Natale. Ecco la ricetta di un altro dolce tipico

Insieme con le zeppole, o per meglio dire gli Scauratielli, gli strufoli sono il dolce più tipico di Natale. Immancabile sulle tavolate la notte della vigilia.

Una tradizione che grazie ai tanti campani emigrati al Nord ha contaminato la gastronomia delle regioni settentrionali tant’è che gli strufoli non sono più solo una produzione tipicamente nostrana.

Ma cosa occorre per avere quelle palline dorate e edulcorate al miele?

Derby spettacolo al Partenio: Avellino battuto 3-2. La Salernitana ribalta il risultato

Tutto in 22 minuti. Quelli del secondo tempo di una gara da incubo. Il derby campano tra Avelllino e Salernitana finisce con un clamoroso...

Questi sono gli ingredienti della ricetta tradizionale:

  • 500 grammi di farina, 
  • 50 grammi di burro,
  • 60 grammi di vino bianco, 
  • 4 uova, 50 grammi di zucchero,
  • un pizzico di sale,
  • scorze grattugiate di limone,
  • arancia e mandarino, 
  • olio di oliva,
  • 500 grammi di miele, 
  • arance e ciliegie rosse candite
  • e a piacere confettini colorati.

Per avere una montagna di strufoli da portare a tavola la notte di natale seguire attentamente questo procedimento: stacciare la farina e dopo averla disposta a fontana versare a centro vino bianco, zucchero, burro morbido (quindi non proprio freddo di frigorifero), uova sbattute, sale e scorze grattugiate degli agrumi.

Impastare iniziando dal centro, emulsionando gli ingredienti morbidi e liquidi e quindi lentamente lasciare che questi assorbano tutta la farina. Appena si otterrà la giusta amalgama (l’impasto dovrà presentarsi rigorosamente liscio) è consigliabile avvolgere il panetto nella pellicola per alimenti e lasciarlo riposare in frigo per non più di un’ora.

Una volta raggiunta la giusta maturazione, dal panetto si provvederà a staccare dei pezzi trasformandoli in palline grandi quanto un pugno e le si stenderanno a mo’ di salsicciotto creando dei filoncini molto sottili.

Cospargerli con farina e tagliarli con un coltello in modo da avere tanti gnocchetti. Una volta setacciati per eliminare le ultime tracce di farina si procederà alla frittura degli strufoli in abbondante olio d’oliva.

Appena si saranno dorati, si scoleranno prima con un apposito mestolo da frittura e poi si adageranno su un foglio di carta assorbente per far asciugare lolio in eccesso. Una volta pronti riporli in un vassoio capiente e versare al di sopra il miele precedentemente sciolto in un pentolino.

Aggiungere i cubetti d’arancia candita e rimestare con un cucchiaio di legno. Lasciare riposare in frigorifero per circa 30 minuti e decorare con frutta candita e eventualmente con confettini colorati. Buon appetito.