Minori: domani 22 agosto torna “La notte del libro… in riva al mare”

Domani 22 agosto a Minori torna “La notte del libro… in riva al mare”,  in collaborazione con la Pro Loco di Minori e l’Unpli provinciale, ed il patrocinio del Comune, l’appuntamento è alle ore 21.00 sul Lido Ambrogio’s con “158. Comuni, ricette, filmati”.

Un viaggio alla scoperta della provincia di Salerno, non tanto per le sue bellezze artistiche ma per le sue bontà culinarie. A seguire sarà la volta di  “Breve storia della canzone napoletana” di Mino Remoli pubblicato da Homo Scrivens, “Scricchiolii” di Vincenzo Gambardella edito da Iemme.

I racconti e le ricette contenute in “158. Comuni, ricette, filmati. Salerno una provincia da gustare” sono state preparate nel corso di altrettante trasmissioni televisive curate dal giornalista Enzo Landolfi, e dal suo staff, in altrettanti comuni a nord e a sud di Salerno ed il cui contenuto, inserito in un idoneo supporto mediale, è stato accluso al testo cartaceo per consentire al lettore anche di vedere in tempo reale le varie fasi di preparazione dei piatti tipici. E’ indubbio che sono proprio i centocinquantotto filmati a fare di questo testo un contenitore di tradizioni non solo gastronomiche della provincia di Salerno.

Salerno: abolito il capolinea bus di Via Ligea, si va tutti a Vinciprova

Si apprende dal quotidiano locale Il Mattino di Salerno la recentissima decisione presa dal Comune di Salerno, di concerto con Busitalia Campania di abolire...

Dai Canti delle Lavandaie a Murolo e Carosone, da Salvatore Di Giacomo e la festa della Piedigrotta fino a Pino Daniele e i contemporanei: il viaggio del cantautore Mino Remoli nella “Breve storia della canzone napoletana”, che parte dalla curiosità e dalla passione per raccontare la favola musicale della città di Partenope. Un ricco itinerario che attraversa mille anni di storia, un lungo cammino con una colonna sonora nota in tutto il mondo, da ‘O Sole mio a Te voglio bene assaie e a ‘O surdato ‘nnammurato.

Fra reale e surreale, “Scricchiolii” di Vincenzo Gambardella, origini di Minori, è una raccolta di racconti visti come in un caleidoscopio da usare con stupore e meraviglia. C’è sempre il sogno in queste narrazioni di esistenze stralunate e fuori posto, nel comune contesto sociale, e ci sono sempre la morte e la vita a rincorrersi, a combattere per avere la meglio. Sono presenti Napoli e la napoletanità, ma anche altre città, Milano, ad esempio, con le contraddizioni intraviste o vistose, e poi gli oggetti, in primo piano, gli animali, gli umani di ogni tipo e sangue.