Maiori: quattro giovani ritrovano un portafogli e lo consegnano al proprietario, sorpresa stanotte

Un gran bel gesto quello compiuto da quattro ragazzi di Maiori che hanno ritrovato il portafogli dell’artista Silvio Amato e hanno deciso senza esitazione di riportarlo al legittimo proprietario.

A svelare l’aneddoto è proprio l’artista che ha voluto informare del bel gesto tutta la cittadinanza tramite un post apparso sul suo profilo di Facebook dal titolo esemplificativo C’è ancora speranza:”Mezzanotte,suona il citofono intontito mi affaccio dalla finestra, quattro ragazzi sicuramente di Maiori che non conosco, ma di sicuro conosco i loro genitori, si scusano di avermi disturbato e mi restituiscono il mio portafoglio e si scusano persino di averlo aperto per vedere a chi appartenesse. Non mi ero accorto neanche di averlo perduto! Vi assicuro che all’interno c’era abbastanza denaro carte ecc. Vorrei tanto conoscere i nomi di questi ragazzi e ringraziarli ancora una volta! Una notte insonne ma felice per il ritrovamento, ma soprattutto con il pensiero che i nostri giovani, malgrado tutto, crescono bene e che questi giovani sono il futuro. Grazie. Grazie. Grazie.Grazie”.

Un gesto che fa onore ai giovani che hanno mostrato, come scrive Amato nel suo post, che c’è ancora speranza. In Costiera l’educazione e il senso di giustizia sono valori, principi, cardini della crescita di molti ragazzi.

Cava de’Tirreni, vincono i fedeli. Don Giovanni resta nella Parrocchia di San Michele

Dopo il grande fermento dei giorni scorsi a Cava de’ Tirreni per l’annunciata partenza del giovane parroco dalla frazione di Sant’Arcangelo arriva la tanto attesa notizia. «Il...

Ovviamente, come in quasi tutte le cose, generalizzare sarebbe sbagliato, ci sono sempre delle eccezioni, questo però non deve offuscare la vista a chi ha etichettato le giovani generazioni come superficiali.

Restituire il portafogli al legittimo proprietario è un qualcosa che dovrebbe rientrare nella norma, ma purtroppo in molti casi questo non avviene. Che a dare un esempio così importante siano stati proprio dei ragazzi, dimostra che la sensibilità e l’intelligenza dei 4 giovani di Maiori è più viva che mai.