Presentazione del Carnevale di Maiori 2018 il prossimo 16 giugno a Napoli

E’ appena terminato con un grande successo il Gran Carnevale di Maiori e già si pensa a ciò che sarà nella prossima edizione. E’ una delle tradizioni più antiche e soprattutto più sentite nel paese costiero, che ogni anno impegna e mobilita migliaia di persone e sarà uno dei protagonisti della manifestazione che si terrà il 16 giugno a Napoli “Carnevali in Campania e nel mezzogiorno”.

Sarà l’occasione per scoprire, raccontare la storia non solo del carnevale di Maiori ma dei principali di tutta la regione. La passione delle persone che per mesi lavorano incessantemente alla costruzione dei colossi in cartapesta, dei ballerini che colorano e animano le sfilate.

Ci saranno ospiti illustri alla manifestazione del prossimo venerdì tra i quali il sopraintendente archeologia, belle arti e paesaggio del comune di Napoli, Luciano Garella, l’assessore al turismo di Putignano, che proporrà una riflessione per un turismo sostenibile, il presidente del carnevale di Putignano, Giampaolo Loperfido, che racconterà la manifestazione tra tradizione ed innovazione.

Salerno, scoperti altri 7 vulcani sommersi nel Tirreno che fanno compagnia al Marsili

Sono ben sette i vulcani sommersi scoperti nel mar Tirreno meridionale, proprio a largo delle coste cilentane. La catena di vulcani sommersi parte un...

Dalle ore 17 saranno poi protagonisti i rappresentanti dei principali carnevali della Campania e più in generale del sud Italia. Sarà presente il sindaco di Maiori che proporrà una riflessione su arte, creatività, passione e spettacolo in maschera nella Costa d’Amalfi. Sarà anche il momento di qualche anticipazione sulla prossima edizione del Gran Carnevale Maiorese.

Non solo però Maiori tra le protagoniste della manifestazione. Presenti anche i rappresentanti del Museo di Pulcinella di Acerra, il presidente della Fondazione carnevale di Palma Campania, Francesco Sorrentino, il presidente emerito della Fondazione carnevale Savianese, Donato Allocca.

Il consigliere dell’associazione “Il Carro” di Agropoli racconterà la storia della manifestazione che ogni anno si ripete nel Cilento. Presenti anche i rappresentanti dell’associazione “Zeza di Capriglia Irpina”, “Carnevale Princeps Irpino”, la Fondazione Cento Carnevali Irpini.

Una bella giornata completamente dedicata ad una delle manifestazioni più attese e sentite dell’anno non solo a Maiori o in Costiera Amalfitana ma in tutta la Campania.