Madonna delle Galline di Pagani: origine e significato della festa

Foto by Fanpage Facebook Madonna delle Galline

La Madonna delle Galline, è un evento religioso che ogni anno viene celebrato a Pagani, in provincia di Salerno, ed ogni volta è atteso tantissimo dai fedeli della città e delle zone limitrofe.

In genere la festa della Madonna della Galline si svolge la prima Domenica dopo Pasqua, detta Domenica in Albis, e quindi questo 2017 si farà Domenica 23 Aprile.

Il quadro della Madonna è stato alzato lo scorso 23 Marzo, quasi un mese fa, ed è quasi tutto pronto per i festeggiamenti di questa edizione.

Ma cosa succede durante questa celebrazione e perchè viene chiamata Madonna delle Galline?

La figura della Madonna, di solito viene portata in processione per le strade principali di Pagani, circondata da galline.

In realtà, l’appellativo “delle galline” risale ad una antica leggenda popolare.

Si racconta infatti che durante la Domenica in Albis del XIV secolo, alcune galline, razzolando, portarono a scoprire un’immagine della Madonna del Carmine, dipinta su una tavola di legno.

Tale immagine è stata poi conservata nel piccolo oratorio dell’Annunziatella.

Si narra ancora, che questa immagine, a partire dal 1609, abbia compiuto ben otto miracoli, tra cui quello eclatante di uno storpio che, sognando la Madonna, avrebbe poi camminato.

Questi eventi straordinari spinsero l’allora vescovo di Pagani, Monsignor Lunadoro, a costruire una nuova chiesa per la Madonna delle Galline e i suoi devoti, chiesa i cui lavori furono finiti in cinque anni, nel 1615, e che venne chiamata Santuario di Santa Maria Incoronata del Carmine, detta delle Galline.

Come già scritto più su, la festa della Madonna delle Galline a Pagani si fa la Domenica In Albis: la Vergine viene portata in processione e seguita dai fedeli che le donano galline, che vengono messe anche sulla testa e sulle braccia della statua raffigurante la madre di Gesù.

Il tutto è accompagnato da musica e botti, ma anche dagli omaggi degli abitanti del paese che appendono lenzuola bianche a balconi e finestre per richiamare la purezza della Madonna.

La Festa della Madonna delle Galline non è solo sacra, ma è anche una festa gastronomica con le specialità locali, che poi sono anche piatti pasquali, come il casatiello, il tortano, i carciofi arrostiti.

Caratteristici poi, sono i toselli, degli altarini che i paganesi creano con drappi colorati, dove primeggia l’immagine della Madonna, avvolta da fiori e circondata da statuette raffiguranti galline.

Le festività per la Madonna delle Galline iniziano, a livello civile, il Venerdì precedente la Domenica in Albis, con una musica popolare particolare: quella delle tammorre, che dà luogo a balli e canti folkloristici, le cosiddette tammurriate, eseguite dai gruppi di musici specializzati, in un clima di gioia e allegria che coinvolge ogni volta grandi e piccini.