Primavera, arrivano i “faretti” della natura: le lucciole

Vi è mai capitato di notte in campagna di avvistare le lucciole?

Questi insetti così particolari, e magici, che fanno luce da sè, tra poco inizieranno a popolare i nostri boschi.

Esse fanno parte della famiglia delle Lampyridae genere “Luciola”,  possono volare e sono molto conosciute proprio per il fenomeno della “bioluminescenza”.

La natura, non dà a caso certi doni.

Infatti, questa luce serve per poter attirare le femmine della specie, quindi per l’accoppiamento, ma serve anche per catturare le prede delle lucciole.

La luce delle lucciole, è una luce fredda senza nessuna frequenza infrarossa o ultravioletta.

Ma come la producono questi insetti?

Il processo di generazione della luce è chimico: può essere di colore giallo, verde o rosso pallido.

Il meccanismo di produzione della luce converte l’energia chimica in energia luminosa.

L’intensità della luce varia a seconda della specie di lucciole, e pensate che esistono più di duemila varietà diverse di questo tipo di insetti.

Le nostre amiche lucciole sono insetti prevalentemente notturni.

 

Dove si trovano le lucciole?

Esse sono facilmente presenti e visibili in ambienti temperati e tropicali, a partire dalla stagione primaverile, anche se il periodo migliore per vederle sono i mesi di Giugno e Luglio.

Si possono scorgere nei boschi, e sono i loro luoghi preferiti perchè le loro larve, una volta schiuse, si troveranno in un habitat abbondante di cibo.

In genere le lucciole si nutrono di nettare e polline delle piante, ma pare che alcune specie italiane come la “Luciola Italica” e “Lampyris noctiluca” stiano scomparendo dal nostro paese, purtroppo, grazie all’utilizzo massiccio di insetti e pesticidi.

Mai catturare le lucciole e chiuderle in un barattolo, poche ore e moriranno.

Fate meglio ad osservarle aspettando il loro arrivo con pazienza ed ammirandole in silenzio: esse si trovano nei posti pieni di verde, boschi di montagna, collina o campagna; si possono vedere nelle aree più buie, lontano dai lampioni che fanno luce artificiale.

Le piante che attirano di più la presenza di lucciole sono i gelsomini, che emanano profumo intensissimo e sono fiori dall’energia positiva.

In provincia di Salerno, una zona dove si possono scorgere molti di questi insetti è quella boschiva che va dalla frazione Croce seguendo la strada di montagna che porta al comune di Pellezzano.