La Provincia di Salerno al centrosinistra, ecco gli eletti. Nessuno della Costa d’Amalfi

Sette liste, 83 candidati e tre aree politiche in campo per occupare il numero maggiore numero di seggi a Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia di Salerno. Questi erano i numeri delle elezioni provinciali che si sono svolte ieri 8 gennaio. E il risultato finale vede ancora una volta prevalere la coalizione di centrosinistra con il Pd che fa incetta di voti (oltre 40.000) secondo la determinazione ponderata di ciascuna lista.

Dei cinque candidati della Costiera Amalfitana in corsa per un seggio in consiglio provinciale (Paolo Vuilleumier Pd, ex sindaco di Ravello e oggi capogruppo di opposizione; Matteo Bottone Psi, vice sindaco di Amalfi ed ex assessore provinciale con la giunta Cirielli, Michele De Lucia, Fratelli d’Italia, sindaco di Positano; Fulvio Mormile Forza Italia, capogruppo di opposizione a Minori; Stanislao Balzamo Provincia per tutti, consigliere comunale di maggioranza ad Atrani), non è risultato nessun eletto.

La ripartizione

Alla lista n. 1 FORZA ITALIA – NUOVO PSI spetta 1 consigliere.
Alla lista n. 2 DAVVERO al CENTRO spettano 3 consiglieri.
Alla lista n. 3 FRATELLI d’ITALIA ALLEANZA NAZIONALE, spettano 2 consiglieri.
Alla lista n. 4 PSI, spetta 1 consigliere.
Alla lista n. 5 PARTITO DEMOCRATICO spettano 8 consiglieri.
Alla lista n. 6 LA PROVINCIA DI… TUTTI 0 consiglieri;
Alla lista n. 7 CITTADINI PER LA PROVINCIA DI SALERNO spetta 1 consigliere.

Il totale dei voti

Uno scrigno goloso della Costiera a DivinCastagne. In gara fino a lunedì 40 chef...

Vini, prodotti genuini e rurali che si fanno espressione di identità e cultura di un territorio sono le fondamenta del “DiVin Castagne Wine, Food...

LISTA N. I FORZA ITALIA – NUOVO PSI cifra elettorale ponderata 9.072
LISTA N. 2 DAVVERO al CENTRO cifra elettorale ponderata 14.264
LISTA N. 3 FRATELLI d’ITALIA – AN cifra elettorale ponderata 10.984
LISTA N. 4 PSI cifra elettorale ponderata 7.286
LISTA N. 5 PARTITO DEMOCRATICO cifra elettorale ponderata 40.910
LISTA N. 6 LA PROVINCIA DI… TUTTI cifra elettorale ponderata 1.970
LISTA N. 7 CITTADINI PER LA PROVINCIA DI SALERNO cifra elettorale ponderata 9.004

Gli eletti

In conformità ai risultati accertati, il Presidente dell’Ufficio elettorale, alle ore 2:30 del giorno 9 gennaio 2017 considerato il numero dei seggi assegnati a ciascuna lista nonché la graduatoria dei candidati alla carica di consigliere provinciale di ciascuna lista ha proclamato eletti consiglieri provinciali di Salerno:

1 PARTITO DEMOCRATICO CERRETANI LUCA 5402
2 PARTITO DEMOCRATICO NAPOLI VINCENZO 5154
3 PARTITO DEMOCRATICO STANZIOLA CARMELO 3978
4 DAVVERO al CENTRO CARIELLO MASSIMO 3678
5 PARTITO DEMOCRATICO SERVALLI VINCENZO 3676
6 PARTITO DEMOCRATICO RESCIGNO ANTONIO 3676
7 FRATELLI d’ITALIA-AN FABBRICATORE GIUSEPPE 3456
8 DAVVERO al CENTRO AMETRANO MARCELLO 3038
9 PARTITO DEMOCRATICO GIULIANO ANTONIO 3030
10 PARTITO DEMOCRATICO STRIANESE MICHELE 2924
11 PARTITO DEMOCRATICO IMPARATO PAOLO 2594
12 CITTADINI PER LA PROVINCIA DI SALERNO FERRAIOLI COSIMO 2560
13 DAVVERO al CENTRO MAURI PASQUALE 2506
14 FRATELLI d’ITALIA-AN CAPPELLI ANGELO 2262
15 FORZA ITALIA – NUOVO PSI FISCINA GREGORIO 2152
16 PSI SORRENTINO PASQUALE 1710

I candidati della Costa d’Amalfi

La Costiera si ritrova senza rappresentanti in seno al consiglio provinciale dove fino a qualche mese fa sedeva tra i banchi di Forza Italia Flavio Vitagliano, consigliere comunale di opposizione a Tramonti che due anni fa, ad appena 19 anni, fu il più giovane consigliere provinciale della storia. Il totale del voti è maturato dalla somma degli indici di ponderazione (14 per i comuni fino a fino a 3.000 abitanti; 32 per i comuni da 3.001 a 5.000 abitanti; 56 per i comuni da 5.001 a 10.000 abitanti; 88 per i comuni da 10.001 a 30.000 abitanti; 164 per i comuni da 30.001 a 100.000 abitanti; 402 per i comuni da 100.001 a 250.000 abitanti).

Paolo Vuilleumier, ex sindaco di Ravello e oggi capogruppo di opposizione ottiene un totale di 1026 collocandosi 12esimo nella lista del Pd;
Matteo Bottone, vice sindaco di Amalfi ed ex assessore provinciale con la giunta Cirielli, risulta essere il primo dei non eletti nella lista Psi con 1418;
Michele De Lucia, sindaco di Positano, con 1084 si è piazzato 4° nella lista Fratelli d’Italia – An;
Fulvio Mormile, capogruppo di opposizione a Minori, con 1404 si è piazzato 3° (secondo dei non eletti) nella lista Forza Italia – Nuovo Psi;
Stanislao Balzamo, consigliere comunale di maggioranza ad Atrani, con 566 è secondo nella lista La Provincia di… Tutti che però non ha espresso alcun consigliere.

Le curiosità

Tante erano le curiosità di questa tornata elettorale il cui voto è spettato solo ai sindaci ed ai consiglieri comunali. Massimo Cariello eletto sindaco di Eboli con il supporto di Fdi-An, Nuovo Psi e liste civiche, era capolista di «Davvero in Centro» nello schieramento di centrosinistra ed ha ottenuto la maggior cifra elettorale ponderata (3678) che gli hagarantito l’elezione a consigliere.

Poi, Marco Galdi, ex sindaco di Cava e direttore della Provincia con Cirielli (già Pdl e Fi) che ha deciso di virare completamente a sinistra candidandosi nella lista La Provincia di… tutti nella quale ha totalizzato 0 voti. Cosimo Ferraioli, eletto sindaco di Angri con il supporto di liste civiche era candidato con la lista Cittadini per la Provincia, uno dei quattro schieramenti di centrosinistra, del quale è risultato primo eletto con 2560.

Inoltre, il sindaco di Oliveto Citra, Mino Pignata (ex caldoriano) ora nel Psi di Maraio (terzo alle spalle di Bottone con 1292); Antonio Anastasio, consigliere comunale di Fdi-An a Pontecagnano, candidato in Davvero in Centro (primo dei non eletti con 2170) e Matteo Bottone (vice sindaco di Amalfi ed ex assessore provinciale in quota Caldoro) finito nel Psi dove è risultato il primo dei non eletti alle spalle di Pasquale Sorrentino.

In corsa per un seggio a Palazzo Sant’Agostino c’erano anche il sindaco di Cava de’Tirreni, Vincenzo Servalli in campo con il Partito Democratico (anche lui eletto, è quinto con 3676) con con il primo cittadino di Salerno Enzo Napoli (secondo eletto con 5154), ed i colleghi di Giffoni Valle Piana, Antonio Giuliano (eletto con 3030), di Pellezzano, Giuseppe Pisapia (penultimo nel Pd con 968), di San Valentino Torio, Michele Strianese (settimo con 2924).

Nella lista del Pd figuravano poi sei uscenti: Mimmo Volpe (primo dei non eletti con 2536), Carmelo Stanziola (terzo degli eletti con 3978), Paolo Imparato (ultimo degli eletti con 2594), Gerardo Malpede (secondo dei non eletti), Antonio Rescigno (quarto degli eletti con 3676), e Alberto Milo, il consigliere eletto nell’Udc nel 2014 e poi approdato nel gruppo provinciale del Pd che non ritorna a Palazzo Sant’Agostino essendosi piazzato undicesimo con una cifra elettorale ponderata di 1324.