La Circumvesuviana avrà treni nuovi: partito l’intervento di ristrutturazione di 37 convogli

La Circumvesuviana avrà presto ben 37 nuovi convogli. Molto spesso si è parlato delle cattive condizioni in cui versano i treni che ogni giorno fanno scalo nei paesi del napoletano.

Non molto tempo fa nella trasmissione “Petrolio”, trasmessa da Rai 1, una signora del posto si lamentava appunto dello stato di fatiscenza dei convogli, sporchi, senza più nemmeno l’imbottitura ai sediolini. Nonostante ciò i treni della Circum vengono presi d’assalto ogni giorno dai numerosissimi turisti diretti verso gli scavi di Pompei e di Ercolano fino a raggiungere Sorrento.

Ebbene tutto questo potrebbe essere solo un brutto ricordo. Nella mattinata di ieri è stato trasferito al deposito EAV di S. Giovanni il primo dei 37 treni per cui è stato previsto il revamping, ovvero l’intervento di ristrutturazione. Tale intervento verrà messo a punto dopo ferragosto all’impianto EAV di Ponticelli. Lì si effettueranno tutte le attività di assemblaggio, prove e test di collaudo a ETR completo. La messa in funzione dei convoglio e l’immissione in esercizio è prevista per il prossimo mese di ottobre.

Positano e Maiori: i fuochi di Ferragosto da mare con la motonave TraVelMar

Anche quest’anno si rinnova il servizio della Tra. Vel.Mar. per la sera di Ferragosto. La compagnia di navigazione amalfitana, che garantisce i collegamenti tra...

Nonostante la bella notizia non sono mancate le polemiche: il progetto originale prevedeva infatti la messa in funzione dei vagoni già nel 2015. Nello stesso momento però il Ministero dei Trasporti impose una modifica radicale al sistema di chiusura delle porte che richiese una proroga. In seguito anche i fornitori aggiudicatari della gara apportarono dei ritardi in parte non giustificabili e che verranno sanzionati dalla stessa EAV.

Oltre che la modifica richiesta dal Ministero dei Trasporti, anche i fornitori aggiudicatari della gara (25 per Firema e 12 per Euromaint) hanno prodotto dei ritardi, in parte non giustificabili e per i quali EAV applicherà le penali previste.

L’intera consegna dei 37 treni completamente ristrutturati dovrebbe concludersi senza intoppi entro il 2018. Intanto il primo treno è già arrivato al deposito EAV di Ponticelli e questo fa sperare nella buona riuscita del progetto di ristrutturazione.