Fuoco nel Cilento e sul litorale di Eboli. I bagnanti in fuga dalla spiaggia / FOTO

Continuano gli incendi anche nel Cilento. Dopo che le fiamme hanno distrutto tantissimi ettari di macchia mediterranea, oggi un rogo è scoppiato nel comune di Eboli nella zona del litorale, affollata da tanti bagnanti e turisti.

L’incendio è divampato questa notte, coinvolgendo una pineta. I volontari hanno lavorato alacremente per evitare che le fiamme raggiungessero i lidi. Il rogo, però, anche a causa del forte vento è riuscito ad avvicinare la spiaggia, spingendo tanti bagnanti e turisti a scappare via.

Le fiamme hanno coinvolto la marina di Campolongo, dove sono sopraggiunte numerose autobotti dei vigili del fuoco, che hanno lottato duramente per domare l’incendio. Purtroppo nel solo comune di Eboli sono stati appiccati ben undici incendi.

Incendio anche nel Cilento, per la precisione nel comune di Paestum che ha interessato la zona tra Licinella e Santa Venere. Le fiamme, a causa anche del forte vento, si sono propagate velocemente, andando a lambire un’abitazione ed un caseificio, che sono precauzionalmente state evacuate.

Ovviamente sul posto sono giunti i mezzi di soccorso per cercare di tenere sotto controllo la situazione. Il vento ha fatto temere che potessero essere coinvolti anche gli scavi archeologici di Peastum, ma a tranquillizzare tutti è stato proprio il direttore del complesso.

E’ apparso, infatti, un messaggio chiaro sul profilo facebook di Gabriel Zuchtriegel: “I vigili del fuoco stanno intervenendo. Sentito il sindaco che ha attivato la protezione civile. I templi per ora fuori pericolo ma grande preoccupazione per il borgo di Santa Venera a sud. Molto vento che peggiora la situazione”.

Purtroppo la provincia di Salerno e più in generale la Campania sono martoriate dagli incendi negli ultimi giorni, che continuano a distruggere uno dei beni più importanti della nostra terra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here