Il piatto di Capodanno: linguine con colatura di Cetara e pesto di noci e olive

Un piatto spettacolare per il cenone di Capodanno: linguine alla colatura di Cetara con pesto di noci e olive. Lo rispolveriamo per voi dai ricettari gourmet che raccontano la storia e l’evoluzione della Campania a tavola. E’ questa la proposta per chi ancora non ha in mente cosa proporre per primo ai propri ospiti durante il cenone di fine anno.

Quella che proponiamo è una straordinaria invenzione di Antonio Dipino, owner de La Caravella di Amalfi, e del compianto Ezio Falcone, archeologo del gusto e studioso degli usi e delle abitudini alimentari a tavola nella repubblica di Amalfi.

Un piatto che agli inizi del 2000 ottenne il premio Sole di Veronelli per l’equilibrio e la straordinaria aderenza con il territorio. Ecco cosa occorre per 4 quattro persone:

  • 350 gr. di linguine;
  • 5 olive neri di Gaeta;
  • 10 olive verdi di Sorrento;
  • 1 cucchiaio di capperi;
  • 1/2 spicchio d’aglio;
  • 2 cucchiai di colatura di alici;
  • 1 peperoncino piccante fresco;
  • olio extravergine d’oliva;
  • succo di limone;
  • 4 gherigli di noce

Janson Button, giornata in motoscafo sul mare della Costa d’Amalfi / Foto

Ferie d'agosto in Costiera Amalfitana non solo per Elisabetta Canalis che insieme al marito Brian Perri e la figlioletta Skyler Eva si è goduta...

Snocciolate le olive veridi e nere e mettetele nel bicchiere del mixer. Unite una punta di peperoncino, il mezzo spicchio aglio, i capperi, 4 cucchiai di olio d’oliva, qualche goccia di succo di limone, i gherigli di noce e la colatura di alici. Frullate tutto per un minuto e mettete il composto ottenuto in una terrina. Non aggiungete sale perché la salsa è già molto saporita. Cuocete le linguine in abbondante acqua bollente poco salata, scolatele al dente, tenendo da parte un po’ d’acqua di cottura. Versatele nella terrina, mescolate bene per amalgamare i sapori e, se le linguine si ammassassero troppo, diluite con l’acqua di cottura. Servite subito e buon appetito.